Come risparmiare a Parigi: tutti i trucchi

Sono appena rientrata da quattro bellissimi giorni a Parigi e no, non ho speso un capitale. Ci sono molti modi per risparmiare durante un viaggio a Parigi!

Come avevo già anticipato in un altro post, è stata la mia quarta volta nella capitale francese eppure sono felice e piena di entusiasmo per tutto quello che ho visto e fatto. Si sa, la Ville Lumiere è tanto bella quanto cara, ma visto la mia esperienza in città, oggi vorrei darvi alcuni suggerimenti su come risparmiare pur non dovendo rinunciare a nulla.

Ecco i miei consigli su come risparmiare a Parigi: 

  • PRIMA DOMENICA GRATIS: A Parigi, ormai da anni, la prima domenica di ogni mese tutti i musei e i monumenti sono gratis (tranne la Torre Eiffel). Quindi se state pensando ad un week end, il primo del mese potrebbe essere la scelta migliore per poter risparmiare qualcosa.

20160326_131538

  • RAGAZZI SOTTO I 26 ANNI: Essere giovani conviene! Eh già, perché qui tutti i ragazzi residenti nell’Unione Europea fino a 26 anni entrano gratis ovunque (tranne sulla Torre Eiffel, dove comunque hanno un piccolo sconto). Evidentemente i francesi hanno capito quanto sia importante puntare sulla cultura dei giovani… e allora perché non approfittarne! Io, ai miei tempi, l’ho fatto!
  • CHIESE FREE: A Parigi, al contrario di molte città italiane, l’ingresso nelle chiese è free. Potrete quindi rimanere a bocca aperta davanti alla grandezza del Sacro Cuore o lasciarvi immergere nelle atmosfere gotiche della Cattedrale di Notre Dame senza spendere nulla.

Come risparmiare a Parigi - chiese gratis

  • GIARDINI E PASSEGIATE: Parigi non è solo musei e monumenti, la città offre quartieri (Quartiere Latino, Marais, Montmartre) che è bello esplorare a piedi e soprattutto giardini in ogni angolo dove passeggiare e rilassarsi, continuando comunque a godere di arte e bellezza. Alcuni esempi sono: i Giardini di Tuiliers, che si estendono dalla piazza del Louvre fino a Place de la Concorde, gli Champ de Mars che regalano una splendida vista  della Torre Eiffel, i Jardin du Luxemburg, costruiti seguendo lo stile dei Giardini di Boboli fiorentini, sono la degna conclusione di una bella passeggiata nel Quartiere Latino.

Come risparmiare a Parigi - i giardini

  • UN GIRO SUL BATTELLO: Se siete degli inguaribili romantici, non potete perdervi un giro sulla Senna. I famosi Bateaux Mouches sono tanto romantici quanto cari, un po’ come le Gondole a Venezia… ma non disperate, si può godere di una bellissima crociera sulla Senna anche spendendo molto meno. La soluzione è il Batobus, un servizio di navetta fluviale che oltre a fare tutto il giro del fiume dà la possibilità di salire e scendere nei luoghi di maggiore interesse della capitale francese. Il biglietto è valido per l’intera giornata, potrebbe quindi essere un modo diverso per spostarsi in città e godere di una vista molto particolare e bella.
  • MEZZI DI TRASPORTO: Per spostarsi in una grande città come Parigi, non basta avere le scarpe giuste ma fondamentali sono i mezzi. La rete metropolitana francese è super efficiente e per nulla difficile da usare; per risparmiare conviene prendere un carnet da 10 biglietti. Se invece avete scelto la compagnia aerea Ryanair, sempre per poter risparmiare sul volo, sappiate che poi dovrete fare un viaggio di un’ora per raggiungere il centro della città dall’aeroporto di Beauvais e il biglietto del bus non è per nulla conveniente. Per poter risparmiare un po’ però vi consiglio di acquistare il biglietto su internet, risparmierete 2 euro rispetto allo stesso acquistato in loco.

Come risparmiare a Parigi - la metropolitana

  • COLAZIONE: Ultimo consiglio per la famosa Petit Dejeuner che in albergo vi faranno pagare molto cara, meglio mettere il naso fuori dalla hall e cercare una Boulangerie (in Francia ne trovi una in ogni angolo). Lì potrete sbizzarrirvi tra Croissant, Pain au Chocolat e qualsiasi altro tipo di dolce, oltre che fare la scorta di baguette per un eventuale pranzo al sacco. Vi basterà seguire il naso per trovare questo angolo di paradiso per gli amanti dei dolci francesi! E il costo? Nettamente inferiore agli 8 – 10 euro che costa fare colazione in hotel!

Direi che non ho dimenticato nulla… certo Parigi non è la città meno cara d’Europa, ma con qualche accortezza si può pensare di fare un bel week end senza spendere un accidente e soprattutto godendosi al meglio la bellissima Ville Lumiere!

Buon viaggio viaggiatori!

3 commenti su “Come risparmiare a Parigi: tutti i trucchi”

  1. Non conoscevo il Batobus! Peccato, sarà per la prossima volta…anche perché fare il giro lungo la Senna è una cosa che ho sempre desiderato! Per il resto confermo tutto quello che hai detto, infatti a proposito dei musei ero riuscita ad entrare gratis al musee d’Orsay, proprio approfittando della prima domenica del mese!

    1. Il Batobus è davvero carino e soprattutto molto più economico del ben più famoso Bateaux Mouches! Certo non sarà lo stesso, ma per noi squattrinati è perfetto!
      Per il resto, se uno vuole si riesce a risparmiare anche in città come Parigi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.