Viaggiare in Europa con il cane: il pet passaport

Avete in mente un viaggio in Europa con il vostro cane? Bravi! Mai lasciare il vostro migliore amico a casa!

Anche io sto organizzando un on the road in Europa… non tutta l’Europa (magari!), una parte, una nazione, anzi due! Niente di nuovo in realtà, non è il primo on the road che facciamo, ma questo ha qualcosa di diverso, di speciale: Biagio sarà con noi! Gli altri anni lo portavo in Calabria dai miei, al fresco dei monti sta benissimo… ama i boschi, annusare ovunque e gli piace la tranquillità di una casa che conosce. Per questo non mi sono mai sentita in colpa, dopotutto fa anche lui le sue vacanze e devo dire che gli piacciono molto. Quest’anno però si tratta bene, prima quasi due mesi immerso nelle Serre Calabre e poi parte con noi!

?
Biagio è pronto con il suo zainetto

Appena abbiamo deciso che Biagio ci avrebbe accompagnato, mi sono informata sulle norme per viaggiare in Europa con il cane, visto che per l’Italia so già come funziona e ne ho parlato qui.

Le regole per viaggiare in Europa con il cane sono poche, ma importanti:

  1. Pet-passaport: ebbene sì, mentre per noi il passaporto non serve più, per i nostri amici a quattro zampe è fondamentale avere il passaporto per viaggiare in Europa. Basta prenotare una visita all’Ausl, sezione veterinaria, portare il cane accompagnato dal proprietario (cioè colui a cui è intestato il cane all’anagrafe canina) e il passaporto lo faranno in giornata. Il Pet-passaport però è valido solo se: avete fatto l’antirabbica al vostro cane.
  2. Antirabbica: Il cane deve avere l’antirabbica da almeno 3 settimane, solo in quel caso il Pet-Passaport è valido.
  3. Da un paese all’altro possono variare i requisiti per la profilassi di zecche, pulci e tenia. E’ quindi importante verificare attentamente le normative del paese che avete intenzione di visitare.
  4. Libretto sanitario: come per l’Italia, anche in Europa è fondamentale avere il libretto sanitario del proprio cane. All’interno devono essere segnate tutte le vaccinazioni fatte. Sarebbe opportuno fare anche una terapia contro i vermi, in molte Nazioni europee è richiesta (noi l’abbiamo fatta!).
  5. Documento d’identità: cioè il certificato dell’Anagrafe Canina in cui è iscritto il cane, con il numero del microchip (fondamentale in ogni caso) e i dati del proprietario.

Cinque regole, poche ma buone. Per il viaggio in macchina valgono le regole dell’Italia. In Europa, inoltre, sono molti gli alberghi e i locali che accettano i nostri amici a quattro zampe e questo fa venire ancora di più la voglia di portarli con noi. In Germania, i cani sono così ben voluti e accettati che ad un certo punto quasi ci siamo dimenticati che avevamo Biagio insieme a noi. Mentre in Francia, ci siamo accorti che la maggior parte degli alberghi chiedono un supplemento, che va dai 7 ai 10 euro a notte. Alcuni specificano che è vietato l’accesso al cane nella sala della colazione, altri no. Noi abbiamo sempre scelto hotel o B&B in cui non c’erano restrizioni, non ci piace lasciare Biagio da solo in camera, per di più perché non è abituato e potrebbe abbaiare.

Viaggiare in Europa con il cane: il libretto sanitario
Biagio e il libretto sanitario

La regola più importante è: informarsi! Informarsi sempre bene e in modo accurato prima di partire. Solo così non avrete problemi e potrete godervi al meglio la vostra vacanza a sei zampe.

Credo di avervi detto tutto, adesso non vi resta che partire col vostro amico peloso (se volete qualche consiglio su cosa mettere in valigia leggete il nostro post) e mandarci le vostre foto di “vacanza a sei zampe”. Ma soprattutto seguite Biagio nel suo primo viaggio fuori dall’Italia nella sezione In viaggio col Vagabondo! Ah dimenticavo la cosa più importante: NO ABBANDONO!


Se ami viaggiare con il tuo cane, iscriviti alla newsletter e potrai scaricare gratuitamente la guida “Viaggiare con il cane”. 

Un commento su “Viaggiare in Europa con il cane: il pet passaport”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.