Verona in un giorno: nella città dell’amore travagliato

Verona è la cittadina perfetta per essere visitate in un giorno, ma anche come tappa per un bel più lungo itinerario alla scoperta del Veneto e delle sue meraviglie. Oggi parliamo di cosa vedere a Verona in un giorno, all’itinerario ci pensiamo un’altra volta!

Verona, la città romantica per eccellenza, grazie anche alla meravigliosa vicenda di Romeo e Giulietta che il grande Shakespeare ha scelto di ambientare proprio fra le sue vie. Impossibile non venire qui con il proprio amore, impossibile non fare un giro nel suo centro storico dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Insomma, impossibile non passare almeno un giorno a Verona e non rimanerne affascinati.

Noi non siamo poi così lontani da Verona, quindi ci siamo stati più volte, tra cui anche nel periodo natalizio, quando Verona mostra il massimo della sua bellezza e le sue strade si riempiono di turisti! Ma vediamo cosa proprio non si può perdere a Verona in un giorno!

COSA VEDERE A VERONA IN UN GIORNO

CASTELVECCHIO: adagiato sulle sponde dell’Adige c’è il Museo di Castelvecchio, quello che prima era il castello costruito a metà del XIV secolo per volontà di Cangrande Secondo della Scala. Oggi Castelvecchio ospita i Museo Civico di Verona, con pinacoteca, galleria d’arte e biblioteca aperti al pubblico.

PONTE SCALIGERO: adiacente al Castello e costruito dai tipici mattoncini rossi di Verona, è il modo migliore per entrare in città e ammirare la bellezza di Verona adagiata sul fiume Adige. E’ lungo ben 120 metri e inizialmente fu costruito come via di fuga dalla città. Durante la Seconda Guerra Mondiale venne abbattuto dai bombardamenti, poi ricostruito con le pietre recuperate all’interno del fiume.

PIAZZA BRA: è la più grande e famosa piazza di Verona. Il vero centro e fulcro da cui iniziare la visita alla città. Sul lato meridionale troviamo il palazzo della Gran Guardia, dove oggi vengono ospitati mostre e convegni; sul lato orientale svetta invece Palazzo Barbieri, oggi sede del comune di Verona. E al centro di questa piazza c’è la famosissima Arena di Verona, il luogo più visitato della città!

La piazza è un vero fulcro della città, anche della movida serale, con tutti i bar e i tavolini da distesa estiva che rimangono sulla piazza tutto l’anno.

L’ ARENA: visto che siamo partiti da Piazza Bra, non possiamo non citare il vero gioiello della città di Verona e suo simbolo. L’ Arena di Verona attira ogni anno milioni di visitatori che scelgono di arrivare a Verona non solo per visitare l’Arena ma molto spesso per partecipare ad uno dei tantissimi eventi che qui vengono svolti: dai concerti di cantanti famosi, al famosissimo Festival dell’Opera.

L’Arena è costruita con la pietra rossa e rosa della Valpolicella ed è il terzo anfiteatro romano per capienza, dopo il Colosseo a Roma e l’Anfiteatro di Capua. L’Arena infatti può contenere fino a 20 mila spettatori.

Se però siete a Verona come turisti, potete visitare l’Arena tutti i giorni dalle 8:30 alle 19:30, tranne i giorni in cui sono previsti degli eventi, quando il monumento chiude i cancelli ai visitatori alle 16:30.

Il costo è di circa 6 euro l’intero e 4,50 euro il ridotto. La prima domenica del mese (tranne nei mesi estivi) il costo è di 1 euro!

Durante il periodo natalizio, una parte dell’Arena è utilizzata per custodire una mostra sui Presepi dal Mondo. E’ una mostra davvero carina e interessante, che ormai è una tradizione della città di Verona. Sappiate che vedere la mostra non dà diritto ad accedere anche all’Arena, come pensavo io. I biglietti sono due e gli ingressi sono due, separati!

PIAZZA DELLE ERBE: la seconda piazza di Verona, grande e bella altrettanto, è Piazza delle Erbe e si raggiunge tramite via Mazzini, la via principale di Verona, dove venire a fare shopping e anche semplicemente una passeggiata serale.

Ma torniamo a Piazza delle Erbe, considerata da molti come una delle città più belle d’Italia (difficile dirlo, visto che in Italia abbiamo davvero tante meraviglie!), è stata costruita sull’antico foro romano. E’ chiamata Piazza delle Erbe perché qui un tempo si teneva il mercato. Oggi è un mix di stili e storia, tutt’intorno è circondata da molti palazzi: Palazzo della Ragione, le Case Mazzanti, il Palazzo Maffei e la Casa dei Mercanti, mentre al centro troviamo la fontana della Madonna di Verona, ma anche la Colonna Antica e il famoso Capitello di Verona, che è un baldacchino, una sorta di tribuna, da dove i signori di Verona parlavano al popolo.

ARCHE SCALIGERE: Le Arche Scaligere sono un sepolcro monumentale, maestoso e in pieno centro storico, che ospita le spoglie dei signori di Verona da oltre 700 anni. Questo enorme sepolcro è davvero un luogo caratteristico ed è assolutamente da vedere.Si trova tra Piazza Erbe e Piazza Scaligeri.

LA CASA DI GIULIETTA: un altro dei luoghi più visitati di Verona, nonché il luogo più romantico della città! La casa di Giulietta e precisamente il suo balcone sono il luogo romantico per eccellenza. Pare che Shakespeare si sia ispirato proprio a questa casa e a questo balcone nello scrivere la famosa scena di Romeo e Giulietta.

Nel cortile interno c’è anche la Statua di Giulietta e tradizione vuole che gli uomini debbano toccare il seno destro, mentre le donne no… chissà perché! Prima di arrivare alla casa c’è un piccolo vicoletto i cui muri sono ricoperti di lettere e biglietti d’amore scritti dalle coppiette che arrivano qui per festeggiare il loro amore.

Una cosa che mi è piaciuta molto di questo luogo è il Juliet Club, un club che si occupa di ricevere, leggere e rispondere alle lettere che vengono spedite ogni giorno a Giulietta da persone di tutto il mondo. La storia delle lettere a Giulietta risale al 1930, quando il custode della Tomba di Giulietta, Ettore Solimani, iniziò a raccogliere le prime missive che i turisti lasciavano in cerca di consiglio e, commosso dal fenomeno, ebbe l’idea di rispondere diventando così il primo “Segretario di Giulietta”. Si tratta di lettere d’amore, molto spesso sofferto e triste, ma tutto questo ha reso Verona la vera città dell’amore!

PASSEGGIATE: come dico sempre, per scoprire e conoscere davvero una città bisogna passeggiare! Camminare fra le sue vie, sedersi ai caffè, parlare con le persone del posto, scoprire gli angoli e vedere ogni luogo con la luce giusta, che sia di giorno o di sera. Passeggiate è l’ultimo e forse anche scontato consiglio, ma non potrei non darvelo!

2 commenti su “Verona in un giorno: nella città dell’amore travagliato”

  1. Che bella Verona e mi hai fatto venire una gran nostalgia: da quando ho finito l’università, non ci vado più così spesso! La prossima volta che vieni, fai uno squillo che ci vediamo, se sono libera 🙂

    1. Se passo ti scrivo di sicuro… ho dei parenti a Verona che mi invitano spesso. Verona è davvero splendida anche se vorrei fare un bel tour del Lago di Garda che ancora non ho ben visto, sempre con Biagio ovviamente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.