Roma in 24 ore: si può fare!

Roma, la città eterna, per alcuni la città più bella del mondo, di sicuro una delle città più ricche di storia.

Roma è talmente ricca di opere che pensare di starci solo 24 ore è davvero assurdo. Eppure si può fare! Con questo non voglio dire che basti un giorno per vedere tutta Roma, sarebbe davvero assurdo, ma di sicuro si può vedere molto!

Roma in 24 ore: consigli pratici!

Prima di tutto prendete un biglietto della metro con validità 24 ore, cioè esattamente il tempo che avete a disposizione. La validità parte dal momento in cui timbrate e scade esattamente 24 ore dopo. Con la metro riuscirete a raggiungere la maggior parte dei punti d’interesse della città, quindi è il modo perfetto per muoversi.

Ovviamente non dimenticate delle scarpe comode: per apprezzare al meglio la città bisogna camminare, camminare tanto.

Prenotare le visite online. Se avete intenzione di vedere le attrazioni all’interno, come ad esempio il Colosseo, vi conviene prenotare le visite online e presentarvi esattamente all’orario indicato. In questo modo evitate di perdere del tempo inutile in fila, visto che di tempo ne avete poco.

Organizzate bene il tour e ciò che volete vedere. Quando si ha poco tempo, purtroppo, non ci si può permettere il lusso di camminare senza meta fra le vie della città. So che è un vero peccato…  per me rimane uno dei modi migliori per scoprire i lati nascosti e più belli della città, ma avere bene in mente ciò che si vuole vedere aiuta a perdere meno tempo possibile. In questi casi l’organizzazione è fondamentale.

Pranzo al sacco. In città grandi e prese d’assalto come Roma, per un pranzo, si rischia di perdere un sacco di tempo. Per cercare un tavoli, per aspettare che ti venga servito il pranzo o anche solo per aspettare il conto. Avete tutto questo tempo? Mi sa proprio di no! In questi casi la cosa migliore da fare, per risparmiare tempo e soldi, è organizzarsi il pranzo al sacco da casa, oppure andare in quei supermarket aperti 24 ore che hanno spesso pranzi pronti e magari anche dei piccoli tavolini. Noi ne abbiamo trovato uno vicino al Colosseo e con pochi euro abbiamo pranzato!

Cosa vedere a Roma in 24 ore.

Ora passiamo a cosa si riesce a vedere a Roma in 24 ore.

Il COLOSSEO! Per una visita alla città eterna, anche solo per 24 ore, non si può che partire dal suo simbolo indiscusso: il Colosseo! Come consigliavo prima, se volete visitare il Colosseo anche all’interno vi conviene prenotare on line la visita guidata, che dura circa 45 min, oppure il singolo biglietto. Sappiate che il biglietto del Colosseo costa 12 euro (+ 2 euro per la prevendita online) e unisce anche la visita al Palatino e al Foro Romano. Se scegliete questa opzione vi conviene prenotare il primo turno, cioè alle 8:30 del mattino. Per visitare tutti e 3 i siti io direi che ci vogliono circa 3 ore. Roma in 24 ore: il Colosseo

ALTARE DELLA PATRIA. Una volta finita la visita al Foro Romano siete vicini all’Altare della Patria, detto anche la macchina da Scrivere. Un monumento molto discusso fra i rimani, ma comunque da vedere.

PIAZZA NAVONA: la più elegante e una delle più belle piazze di Roma. La parte più bella della piazza sono ovviamente le tre fontane: la Fontana dei quattro fiumi, ideata dal Bernini nel 1651, la Fontana del Moro, ideata da Giacomo della Porta e perfezionata dal Bernini con l’aggiunta dei delfini, e la Fontana del Nettuno, sempre di Giacomo della Porta. Al centro della Pizza c’è inoltre il grande obelisco, di 16 metri, che prima si trovava in zona Via Appia. Questa Piazza è circondata di bar e ristoranti, ed è una delle zone più vivaci di Roma.

Roma in 24 ore: Piazza Navona

Se state seguendo il mio tour, potete arrivare a Piazza Navona in metro, la stazione metro più vicina è Senato. Perché da qui inizia un bel tour a piedi tra i monumenti più belli di Roma.

PANTHEON. A 5 minuti a piedi da Piazza Navona si trova il Pantheon, la struttura fatta costruire da Adriano nel 118 – 125 d. C e dedicata a tutti gli Dei dell’Olimpo greco. Da un punto di vista architettonico. il Pantheon romano è un vero gioiello. L’ingresso squadrato è decorato da 16 colonne granitiche, grigie e rosa, alte ben 13 metri. Sopra si staglia la cupola del Pantheon che ha retto a 2000 anni di terremoti e catastrofi varie. La cupola venne costruita con una tecnica d’avanguardia per l’epoca, che usava materiale sempre più leggero man mano che si saliva verso l’alto, tanto che gli ultimi strati sono fatti di lapilli e pietra pomice.

FONTANA DI TREVI. Si può passare da Roma e non andare alla Fontana di Trevi? Ovviamente no! E’ una tappa imperdibile, soprattutto se per voi è la prima volta. La più scenografica e più maestosa delle fontane di Roma. Incastonata in un angolo di congruenza tra tante piccole vie del centro storico, capirete di essere arrivato a destinazione dalla miriade di persone che si accalcano intorno a questa fontana. Scattate le foto, lanciate la monetina e sedetevi, se trovate un po’ di posto, per riposarvi i piedi davanti ad un vero e proprio spettacolo creato dall’uomo!

Roma in 24 ore: Fontana di Trevi

PIAZZA DI SPAGNA E TRINITA’ DEI MONTI. Sempre a piedi, raggiungete un altro simbolo di Roma: la famosissima scalinata di Trinità dei Monti che si innalza a partire da Piazza di Spagna. La scalinata è davvero scenografica, tanto che è stata utilizzata spesso per sfilate di moda e set cinematografico. E’ formata da 11 rampe, ognuna formata da 12 scalini, che si dividono, serpeggiano e si riuniscono, formando una bellissima scenografia.

Ai piedi della scalinata c’è la famosa Barcaccia, la fontana che sta proprio al centro di Piazza di Spagna, ideata da Pietro Barberini e in parte costruita dal famoso Bernini. L’idea era quella di una barca portata lì da una piena del fiume Tevere.

PIAZZA DEL POPOLO. Questa piazza costituisce il più famoso accesso al centro storico di Roma. Si trova al centro di un triangolo di vie noto come il Tridente ( via del Babuino, via del Corso, Via di Ripetta). Alla piazza si accede dall’antica Porta Flaminia. Al centro della piazza si innalza l’Obelisco detto Flaminio, il primo obelisco portato a Roma, al tempo di Augusto, per celebrare la conquista dell’Egitto. Sul lato sud della piazza trovate le due “chiese gemelle”: Santa Maria in Montesanto e Santa Maria dei Miracoli. Anche qui c’è lo zampino di Bernini, che le terminò intorno al 1675.

Roma in 24 ore: Piazza del Popolo

TERRAZZA DEL PINCIO. Il Pincio è uno dei luoghi più suggestivi e romantici di tutta Roma. Perfetto se arrivate al tramonto, anche se siete stanchi dopo una giornata piena come quella appena trascorsa. la vista dalla sua terrazza vi risolleverà di tutta la stanchezza. Dalla Terrazza del Pincio potrete vedere Castel Sant’Angelo, la Cupola di San Pietro, le vie di Roma e il sole tramontare dietro Monte Mario. Direi il luogo perfetto per finire una giornata come quella che vi ho descritto alla scoperta di una piccola parte di Roma in 24 ore!

Questo l’itinerario che consiglio io, ma non è sicuramente l’unico. In questo itinerario mancano molte cose, ma come ho detto all’inizio e come saprete anche voi, pensare di visitare tutta Roma in 24 ore è impensabile. Si può però godere di una parte splendida e ricca di arte e opere che rendono questa città una delle più belle del mondo.

12 commenti su “Roma in 24 ore: si può fare!”

  1. Adoro Roma e questo è l’itinerario che seguo ogni volta che ci vado…di solito ci impiego più giorni ma la prossima volta seguirò i tuoi consigli così mi avanza più tempo per lo shopping!

    1. Roma è sempre una buona idea (come Parigi)! Peccato che non ho idea di cosa consigliarti per un viaggio con un bimbo!

    1. Grazie. Per un primo approccio ho pensato che fosse fondamentale partire dai simboli di Roma, come il Colosseo, Fontana di Trevi,m piazza di Spagna…

  2. Per quanto io non ami particolarmente Roma questo tuo post mi ha convinto… Ci proverò… E se magari riusciamo ad andarci insieme potrebbe essere la volta giusta che cambio idea

  3. Ah guarda da autista NCC, ti posso garantire che per un giorno solo ti sei persa qualcosina di sciccoso che puoi aggiungere! Come per esempio Teatro Marcello e la bocca della verità, San Pietro in vincoli….. giuro che ce ne sta per una giornata! Roba che torni a casa o in hotel che ti serve la sedia a rotelle!ahahahahah

    1. Pensa che qualcuno mi ha detto che è da matti perché non c’è neanche il tempo di fare la pipì. Menomale che c’è gente ancora più “allenata” di me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.