Volo cancellato cosa fare?

Nuova esperienza quest’anno… quando si dice che chi viaggia non smette mai di imparare! Per la prima volta in tanti anni che viaggio in aereo mi ritrovo a fare i conti con un volo cancellato, per altro nella prima settimana di agosto quando c’è il picco delle partenze.

volo_cancellato

Nel mio caso la compagnia aerea è Easyjet, ma immagino possa capitare con tutte. Volo per Amsterdam, partenza da Milano Malpensa… in attesa all’aeroporto già pregustavamo la serata che ci aspettava fra canali e coffee shop. A pochi minuti dall’orario previsto di partenza, sui monitor scopriamo che il volo ha un ritardo previsto di circa due ore. Perfetto, serata persa! Ma siamo ancora in piena voglia di vacanza tanto che il ritardo non ha scalfito minimamente il nostro entusiasmo, decidiamo così di concederci una cenetta invece di accontentarci del solito panino dell’aeroporto. E proprio per il caffè ecco che ricevo un SMS da Easyjet che mi comunica che il volo è stato cancellato! Perfetto! E ora? Cosa si fa? Leggendo tra il regolamento della compagnia scopriamo che abbiamo diritto a:

  1. Cambiare il volo con un altro volo della compagnia
  2. Se non vuoi più volare, puoi chiedere il rimborso del biglietto.

Inutile dire che noi volevamo volare, non avevamo nessuna intenzione di rinunciare alla nostra vacanza ad Amsterdam. Quindi raggiungiamo il prima possibile il banco informazioni aperto proprio per quel caso e cerchiamo il primo volo utile, ma nulla! Il primo volo utile per Amsterdam è circa 5 giorni dopo: addio vacanza!

Vista l’ora tarda, la compagnia ha provveduto a cercare un albergo per tutti i passeggeri del volo cancellato. Il giorno dopo abbiamo deciso di cambiare il nostro volo e dirottare su un’altra tappa: Bruxelles. Anche in quel caso abbiamo dovuto aspettare alcuni giorni (dopotutto è la prima settimana di agosto!), quindi la compagnia ci ha sistemati in un albergo dell’aeroporto, in cui era previsto anche pranzo (10 euro a testa) e cena (20 euro a testa).

Ovviamente il danno c’è stato e quindi abbiamo subito fatto richiesta di rimborso tramite mail: per la cancellazione di un volo, senza alcun preavviso, sono previsti 250 euro a passeggero. E’ importante, però, fare richiesta entro 5 giorni dalla data di partenza, tramite la mail del sito.

In tutto questo ho imparato una cosa: mantenere la calma! Dopotutto i disguidi fanno parte della vita e chi viaggia lo sa bene. Certo a noi è rimasto l’amaro in bocca e una voglia matta di visitare Amsterdam, ma l’importante è ottenere ciò che spetta di diritto. Per ora ancora il rimborso non è arrivato, ma sappiamo che hanno iniziato a lavorare la nostra pratica (20 giorni dopo), ora non ci resta che avere pazienza e pensare ad un nuovo viaggio!

Consiglio:

  • lasciare sempre il numero di un cellulare quando si effettua la prenotazione di un volo;
  • leggere attentamente il regolamento della compagnia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.