Travel Europa Visitare la Reggia di Versailles da Parigi: come organizzare la visita

Visitare la Reggia di Versailles da Parigi: come organizzare la visita

Se siete a Parigi sicuramente avrete in mente una visita alla famosissima Reggia di Versailles e fate bene, perché ne vale la pena.

Il castello voluto e fatto costruire da Te Luigi XIV è tra i più sontuosi e celebri del mondo. Ogni anno migliaia di turisti rimangono affascinati dalla Sala degli specchi, dallo sfarzo, dai suoi immensi giardini e dai bellissimi giochi d’acqua delle fontane.

Visitare Versailles

La Sala degli specchi

Visitare la Reggia di Versailles è un po’ come immergersi nella storia e nell’arte della Francia del 17° secolo. Il vero capolavoro di questo castello è la Sala degli Specchi: un immenso salone che riflette la luce proveniente dalle grandi vetrata sui suoi tanti specchi messi esattamente di fronte. Entrando nella sala vi troverete in un attimo catapultati in una delle tante feste che il Re teneva proprio qui. Avete presente la famosa scena del ballo in maschere nel film “La maschera di ferro” con un magistrale Di Caprio? Ecco è esattamente quello che vi sembrerà di vivere attraversando questo grande e bellissimo salone. Veniva utilizzata anche per ricevimenti diplomatici e cerimonie nuziali. In tutte queste occasioni il trono del Re era posizionato su un podio al fondo della galleria.

Visitare Versailles - la sala degli specchi

La Reggia di Versailles e precisamente le Sala degli specchi vengono ancora usati dai presidenti francesi per accogliere ospiti ufficiali.

Consiglio per la visita: per evitare la coda in ingresso, acquistate i biglietti su internet e saltate la coda!

I giardini della Reggia di Versailles

Una volta usciti dal castello non pensate di aver finito la vostra visita, il meglio deve ancora venire. E sì perché la bellezza dei suoi giardini, delle opere d’arte che custodiscono, delle fontane e dei giochi d’acqua vi stupirà molto di più degli interni della reggia. Non per niente sono considerati il capolavoro di Andrè Le Notre, che si occupò della realizzazione dal 1661 al 1668.

Visitare Versailles - i giardini

Dalla finestra centrale della sala degli specchi si ha una visuale panoramica dell’immensità di questi giardini, ma solo quando sarete dentro e, cartina alla mano, inizierete a passeggiare tra aiuole e canali, vi renderete conto di quanto sono grandi!

Consiglio per la visita: all’ingresso del castello vi daranno una brochure con gli orari dei giochi d’acqua, perché le fontane vengono accese ad orari prestabiliti e per un tempo prestabilito, non rimangono accese per tutto il giorno. Organizzate quindi la vostra visita in base a questo, perché visitare i giardini senza poter ammirare i giochi di musica e acqua delle fontane è un vero peccato.

Visitare Versailles - le fontane e i giochi d'acqua

Se non siete dei grandi camminatori, sappiate che i giardini sono davvero immensi e alla fine avrete i piedi a pezzi. Ma in vostro aiuto arrivano le Golf Car: avete presente quelle macchinine elettriche che si usano per spostarsi nei grandi campi da golf? Esattamente quelle. Si noleggiano e si possono usare per spostarsi tra una fontana e l’altra, sempre ammirando la bellezza di questi giardini.

Come arrivare a Versailles da Parigi

La Reggia di Versailles non dista molto da Parigi e quindi è facilmente raggiungibile dalla capitale.

Si può raggiungere Versailles da Parigi: Con la RER C, la metropolitana di superficie, con i treni e con i bus

Come organizzare una visita alla Reggia di Versailles

Come ho già della la reggia di Versailles è visitata ogni anni da migliaia e migliaia di turisti, perciò se volete evitare le folle e le file chilometriche all’ingresso vi conviene organizzare in anticipo la vostra visita. Come? Con Musement! 

Noi ci siamo lasciati guidare dal portale Musement dove potrete scegliere al meglio come organizzare la vostra visita a Versailles (e non solo).

Ci sono varie possibilità di scelta:

  • dal semplice biglietto di ingresso a castello e giardini (con audioguida) così da evitare la fila alle biglietterie – Link
  • tour con i bambini, per rendere la visita ai più piccoli più interessante – Link
  • visita alle stanze segrete del castello- Link
  • tour con autobus da e per Parigi, per una visita in tutta tranquillità – Link

Le possibilità sono davvero tante e adatte a tutti, sia per chi ha meno tempo sia per chi decide di dedicare a questa escursione l’intera giornata.

A Versailles con il cane

E visto che in questo blog si parla spesso di viaggi a sei zampe, vi dico questa cosa: nei giardini di Versailles potrete entrare con il vostro cane! Non all’interno del castello, ma sì dentro a giardini e parco. Mica male eh? Arrivare è semplice, grazie alla Metro dove i cani di piccola taglia non pagano, mentre per gli altri va pagato il biglietto ridotto. Si può acquistare anche solo il biglietto dei giardini o se siete in due entrare nel castello uno alla volta. In ogni caso la buona notizia è che non siamo obbligati a lasciare i nostri cagnolini a casa o a dover per forza rinunciare ad un’esperienza tanto bella.

Questi sono i miei consigli per organizzare una visita a Versailles partendo da Parigi, perché ne vale davvero la pena!

Se volete approfondire la visita a Parigi vi lascio alcuni post di approfondimento:

Roberta
Calabrese di nascita, emiliana di adozione. Se si potessero studiare i miei geni si troverebbe qualcosa di legato ai viaggi. Per anni viaggiare era un modo per evadere da una vita che mi stava stretta: "a chi mi domanda la ragione dei miei viaggi rispondo che so bene quel che fuggo ma non quel che cerco." Adesso viaggio perché ho un continuo bisogno di scoprire, esplorare, conoscere, assaggiare. Amo viaggiare e scrivere, e poi di nuovo viaggiare e scrivere, senza sosta. Benvenuti nel mio piccolo mondo di viaggi, esperienza e vita!

Related Stories

Discover

Un sipario sull’Italia… “Prima di morire”

Scrivere recensioni non è una cosa che so fare, anche se...

25 Siti UNESCO in Europa da non perdere

Prima di partire per un qualsiasi viaggio c'è una cosa che faccio...

Dove vedere i pinguini in Sudafrica: Boulders Beach a...

Simon's Town è una città del Sudafrica, situata sulla costa di False...

Cosa vedere a Cape Town in Sudafrica

Già in un post precedente vi avevo raccontato del mio amore a...

Cosa vedere a Serra San Bruno: la mia città

Chi mi segue sa che ho lanciato un progetto di guest post a cui...

Cosa vedere a Vieste: la perla del Gargano

Essendo i miei nonni di Foggia, il Gargano è sempre apparso nei...

Popular Categories

Comments

  1. Credo che se entrassi a Versailles, non uscirei più. Soprattutto se si tratta di giardini in generale che io adoro tantissimo! Il fatto di usare Musement credo sia una buona idea: ne ho sentito tanto parlare ma non l’ho mai usato ed è l’ideale per i luoghi super affollati come la reggia di Versailles.

    Ed è anche una bella notizia il fatto di poter entrare coi cani, dato che spesso non sono ammessi in moltissimi luoghi.

    • Uscire dai giardini è davvero dura, ma anche dalla Sala degli Specchi.
      In generale io quando si tratta di organizzare delle visite in luoghi molto turistici cerco sempre di acquistare prima i biglietti e organizzarmi anche con l’orario,cercando se possibile di evitare le ore di punta. Non amo la folla e ODIO le file, quindi ringrazio la possibilità di organizzare e acquistare prima i biglietti!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.