Viaggiare con gusto – presentazione

Perché una sezione di cucina in un blog di viaggi? Già, perché… forse non c’è un vero motivo, semplicemente ripensando ai miei viaggi, a quelli che ho fatto e a quelli che ho in mente di fare, mi sono accorta che la parte gastronomica è sempre più presente. Se penso a com’ero qualche anno fa, quando ogni volta che andavo fuori dall’Italia tornavo con qualche chilo in meno… ma poi è arrivato Marco e il suo modo diverso di viaggiare. Lui ama andare alla ricerca di locali, ama assaggiare e conoscere i piatti del posto, degusta i vini e le birre… ed ecco che il viaggio viene assaporato.

I turisti “normali” (anch’io lo ero una volta) quando vanno in un posto vogliono vedere, vedere il più possibile. Si riempiono gli occhi di monumenti e opere d’arte, come le memory card dei cinesi, ma non si accorgono che ogni posto non è lì solo per essere visto, ogni luogo è lì con la sua vita. Ed ecco che il passaggio da turista a viaggiatore inizia quando ti lasci trasportare dai sensi, i famosi 5 sensi che si imparano a scuola e che molto spesso ci si dimentica di avere.

Il passaggio si ha quando da visitatore ti trasformi in osservatore, quando tendi l’orecchio ad un suono lontano fino a scoprire un festival che non sapevi che ci fosse, quando ti fermi a parlare con la gente (nonostante il pessimo inglese), quando gusti sapori nuovi, forti e ti sembra quasi di risentirli in bocca ogni volta che rivedi le foto.

Ecco il perché di questa sezione, ecco il perché di questo nome: Viaggiare con gusto! Qui troverete i piatti tipici che ho assaggiato nei miei viaggi, troverete curiosità sulla cucina e qualche consiglio su dove andare a mangiare, e infine potrete leggere qualche ricetta.

P1010780-720x540

Chi mi conosce sa che sono una pessima cuoca, quindi vi evito le mie ricette e lascio questa parte ad una persona che ama cucinare e sperimentare, e soprattutto che ha iniziato molto prima di me a Viaggiare con gusto. Rita vi guiderà tra ricette e sapori di luoghi e tradizioni diverse: dal cous cous alle omelette, dai pancake al babà.

Direi che la presentazione è fatta… ora non ci resta che lavorare al primo post della nostra nuova rubrica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.