Viaggiare con un neonato: si può fare!

Chi mi segue sui social sa che è da poco nato mio figlio!

Dopo quaranta giorni dalla nascita il nuovo membro della famiglia di Vieni Via di Qui ha fatto un viaggio di 1000 km che lo ha portato dall’Emilia Romagna a casa dei nonni a Serra San Bruno (in Calabria).

Era ancora nella pancia e a tutti dicevo che in estate sarei scesa giù, che non avrei fatto passare la prima estate della vita di mio figlio a morire di caldo nella Pianura Padana. Devo ammettere che in pochi mi hanno creduto e quelli che ci credevano mi prendevano per matta.

Poi quando è nato qualche dubbio è venuto anche a me: così piccolo e con così tanti bisogni… ma il caldo aumentava e con esso il mio bisogno di fresco, di CASA! Alla fine ho pensato che da bravo figlio di “terrona” non poteva che fare il suo primo viaggio rotolando verso sud!

Come per ogni cosa, quando si ha un bimbo piccolo la parola d’ordine è: ORGANIZZAZIONE. Semplice no? Per gli altri forse, per me un po’ meno. Ma in questo caso si trattava di organizzare un viaggio e io in questo sono un mago!

Ma come si organizza un viaggio con un neonato? Semplice, pensando prima di tutto a lui.

SPEZZARE IL VIAGGIO! Prima di tutto abbiamo spezzato il viaggio: un bimbo appena nato non può sicuramente fare 1000 km in un giorno. Quindi abbiamo preso una stanza a metà strada e ci siamo fermati lì una notte. Pensate che in ogni caso il bambino non può stare per più di un tot di ore nell’ovetto, indispensabile per il trasporto in macchina!

PARTENZE INTELLIGENTI! I bimbi piccoli in macchina dormono, questa è una certezza! Però patire di notte o di mattina presto è comunque una scelta intelligente. Prima di tutto perché d’estate si sta più freschi, poi c’è meno traffico e comunque il bimbo è più addormentato rispetto al giorno. In ogni caso partite subito dopo la sua poppata. Non svegliate il bimbo apposta per partire, rischiate di innervosirlo e di spezzare il suo sonno naturale!

LE SOSTE. Qui la regola è semplice: i ritmi li detta lui, vi fermate quando lui si sveglia! Oppure se proprio proprio avete un bisogno impellente, vi fermate ma non svegliate il piccolo. Se è ora della sveglia sentendo la macchina ferma si sveglierà da solo, altrimenti voi adulti fate tutto quello che dovete fare e poi ripartite, col rischio che si svegli 5 min dopo ma pazienza!

GLI INDISPENSABILI! Partire con un neonato è come fare un trasloco, praticamente devi portare mezza casa. Ma il mio consiglio è di tenere le cose indispensabili in una borsa a portata di mano, senza dover per forza aprire la valigia o smontare mezza macchina. Per indispensabili io considero non solo i pannolini o il latte artificiale, se non allattate al seno. Sono indispensabili anche un paio di tutine e di body se si dovesse sporcare in qualche modo, una copertina leggera sia per i viaggi in notturna sia perché  egli autogrill c’è sempre l’aria condizionata a palla, salviettine, ciuccio di scorta, giochini preferiti (dal terzo mese circa), ecc.  Indispensabile, non solo per chi viaggia ma in generale, è il fasciatoio da viaggio e anche qualche traversina perché lungo la strada non sempre troverete degli autogrill provvisti di Baby Room, anzi molto spesso vi troverete dei fasciatoi vecchi e per nulla puliti quindi meglio essere previdenti.

VIAGGIARE SICURI! Come per gli adulti è d’obbligo la cintura di sicurezza, per i bambini è obbligatorio il seggiolino omologato e adeguato al peso e all’età del minore. Nel caso di neonati si tratta dell’ovetto e non della navicella. Vi lascio comunque il link della polizia di stato così da avere tutte le info: https://www.poliziadistato.it/articolo/171-Bambini_in_auto_ecco_come_portarli_in_modo_sicuro/

TRANQUILLITA’! Ricordate di stare tranquilli. I bambini si adattano bene, molto più degli adulti ma se sentono che siete nervosi e questo vale più per le mamme che per i papà, si innervosiscono anche loro.

In questo post vi ho parlato di come viaggiare con un neonato in auto, perché è il mezzo che abbiamo scelto noi per il nostro primo viaggio con il piccolo. Appena faremo dei viaggi con gli altri mezzi ve ne parlerò di sicuro. In ogni caso ricordate che Viaggiare con un neonato si può e non è neanche tanto complicato!

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.