Viaggiare con il cane On the road con il cane: viaggiare con il cane in auto

On the road con il cane: viaggiare con il cane in auto

Vi piace viaggiare in auto, macinare chilometri e chilometri guardano bellissime paesaggi sfilare davanti a voi? L’on the road è un must per chi ama viaggiare e continua ad esserlo anche per chi sceglie di viaggiare con il proprio cane. Dopotutto le vacanze on the road sono perfette per i cani: decidete voi quando partire, quando spostarvi e quando riposare. Noi con Biagio abbiamo fatto molti viaggi in auto e ci siamo da subito resi conto che il viaggio on the road è il modo migliore per viaggiare con un cane.

Anche se viaggiare in macchina con un cane è relativamente facile, non ci si può limitare a caricare il cane sul sedile posteriore dell’auto, accendere il motore e via. Un viaggio con il cane va organizzato e programmato al meglio. Ci sono alcune cose da fare prima di partire con un cane. E’ importante rendere il viaggio piacevole non solo per voi ma anche per il vostro cane e soprattutto partire in sicurezza.

Prima di partire in auto con il cane

L’on the road è spesso sinonimo di viaggio libero, senza troppe condizioni. Per noi è del tutto normale mettersi in macchina e partire, magari anche senza preavviso, ma per il cane non è così scontato. E’ quindi importante organizzarsi in anticipo. Ecco cosa bisogna fare prima di partire in auto con il cane:

Documenti del cane

Anche i cani hanno bisogno di documenti, non solo in viaggio. Il cane deve avere un regolare microchip che deve essere registrato all’anagrafe canina. In viaggio è indispensabile quindi avere il Certificato di registrazione dell’anagrafe canina aggiornato. Anche perché il microchip è il modo migliore per ritrovare un cane che si è smarrito, soprattutto quando si è in viaggio lontano da casa. Un altro modo per ritrovare il cane è l’utilizzo della medaglietta con i contatti dei padroni. Un altro documento importante da avere con sé durante un viaggio è il libretto delle vaccinazioni aggiornato.

Visita dal veterinario prima di partire

Prima di partire per un viaggio con il cane è importante controllare che abbia tutte le vaccinazioni aggiornate e informatevi dei richiami da fare in base al paese di destinazione. All’estero le vaccinazioni dei cani non sono le stesse che in Italia e in più ogni paese ha le sue regole. Noi ad esempio siamo stati sia in Francia che in Germania e abbiamo dovuto fare l’antirabbica a Biagio.

Oltre ai vaccini un giro dal veterinario per un controllo prima di partire non è un cattiva idea. Soprattutto se pensate di stare via tanti giorni e di andare all’estero, è importante valutare bene le condizioni fisiche del vostro cane.

Pianificare l’itinerario

Prima di avere Biagio i nostri on the road erano molto improvvisati e all’avventura. Sapevamo più o meno dove volevamo andare ma organizzavamo il meno possibile perché ci piace molto l’idea di essere liberi. Con l’arrivo di un cane questa cosa non si può più fare. Quando si decide di partire con il cane è importante organizzare il viaggio. Innanzitutto le destinazioni devono essere pensate e scelte anche in base all’indole del vostro cane. Se è un cane anziano o che soffre molto il caldo, pensare di fare un viaggio al mare è da sconsiderati.

E’ inoltre importante pianificare le tappe pensando di non stare troppe ore in auto.

Informarsi sui luoghi che si deciderà di visitare. Pensate di andare a visitare un parco ma siete sicuri che il cane sarà ammesso? Forse non lo sapete, ma molti Parchi Nazionali non accettano i cani!

Infine prenotate in anticipo gli hotel. Anche se oggi le strutture ricettive che accettano i cani sono sempre di più (per fortuna), è sempre meglio prenotare e informare la struttura che viaggiate con un cane e con che tipo di cane (taglia e razza). Spesso alcune strutture accettano solo alcuni tipi di cani: i cani di piccola taglia sono accettati più facilmente rispetto a quelli grandi. Altre strutture accettano un solo cane oppure hanno delle limitazioni (ad esempio non fanno entrare i cani nella sala della colazione). Scegliete bene la struttura ricettiva in cui vi soggiornerete con il vostro cane e prenotate in anticipo.

Valigia del cane

Ovviamente anche il cane ha la propria valigia e a volte è anche più grande di quella del padrone. E’ importante ricordarsi che il cane è molto abitudinario, quindi per non rendere il viaggio uno stress per il cane bisogna mantenere il più possibile le abitudini. Pensando a questa cosa ricordate di portare anche i giocattoli preferiti, la copertina o cuccia preferita, il cibo, compresi i biscottini, ecc.

Per preparare al meglio la valigia del vostro cane vi lascio un post di approfondimento: cosa mettere nella valigia del cane.

Misure di sicurezza per viaggiare con il cane in auto

Dopo aver organizzato tutto direi che siamo quasi pronti a partire. Ma vediamo nel dettaglio come far viaggiare il cane in auto. Prima di tutto dove deve stare il cane in auto?

Come dicevo all’inizio, non si può pensare di caricare il cane sul sedile posteriore e partire. Ci sono delle regole da rispettare per far viaggiare il cane in auto. Avete presente le scene dei film con i cani con le orecchie svolazzanti fuori dal finestrino? Ecco, scordatevele! Sembra una scena bella e divertente, ma non è affatto sicura, ne per lui ne per voi!

Il cane deve viaggiare in uno spazio ben delimitato per essere protetto in caso di incidente e per evitargli di saltarvi addosso mentre guidate e quindi mettere in pericolo tutti.

Quindi dove deve stare il cane in macchina?

Viaggiare nel kennel

I kennel sono l’opzione più sicura per far viaggiare il cane in auto. Il kennel deve essere abbastanza grande da permettere al cane di stare in piedi e di girarsi, ma non troppo da farlo scivolare quando si sterza o si frena bruscamente.

E’ anche importante che il kennel sia assicurato al suo posto in modo che non si muova mentre l’auto è in movimento.

Esistono kennel morbidi e pieghevoli che si possono riporre in poco spazio, e kennel su ruote per agevolare gli spostamenti.

Pettorine e cinture di sicurezza

Una pettorina assicurata alla cintura di sicurezza è l’equivalente canino della cintura di sicurezza per gli umani. Dà una certa libertà al cane, che può sedersi o sdraiarsi sul sedile posteriore dell’auto, ma gli impedisce di aggirarsi nel veicolo o di scappare via in caso di incidente.

Purtroppo non è il metodo più sicuro in caso di incidenti e molto dipende anche dalla qualità del prodotto. Io consiglio sempre di fare ricerche accurate, leggere bene le recensioni e cercare di acquistare dei prodotti di qualità.

Niente orecchie al vento

Certo è divertente, ma non è sicuro. Non lasciate, quindi, che il vostro cane metta la testa fuori dal finestrino. Primo perché il cane non può viaggiare senza imbracatura sul retro della macchina; secondo perché potrebbe essere colpito da una pietruzza durante la marcia e farsi davvero male, compromettendo anche tutto il viaggio.

Mai lasciare il cane da solo in auto

Avete pianificato il viaggio senza sapere che in quel luogo il vostro cane non è ben accetto e decidete di lasciarlo in macchina da solo: per qualche ora, che sarà mai?

Questo non si può assolutamente fare. Innanzitutto se è estate e fuori fa caldo, la temperatura all’interno del veicolo può arrivare ad essere davvero molto elevata e quindi il vostro cane potrebbe morire o avere brutti danni celebrali. Inoltre lasciare il cane in macchina al caldo è un reato, infatti secondo i giudici della Corte di Cassazione, questa condotta integra il reato di abbandono di animali, ex articolo 727 del Codice Penale.

Un clima particolarmente freddo è ovviamente altrettanto pericoloso. Quindi la regola principale è: mai lasciare il cane da solo in auto!

Come tranquillizzare il cane durante il viaggio

Come dicevo all’inizio, la routine e le abitudini del cane sono fondamentali anche in viaggio. Certo non sarà mai come a casa, ma cerchiamo di mantenere quanto meno gli orari dei pasti. Quindi organizzare anche il viaggio in base a questi orari e far sì che si arrivi a destinazione prima del pasto più importante della giornata.

Potrete comunque dare da mangiare al vostro cane un pasto leggero qualche ora prima di partire e dargli qualche spuntino durante il viaggio.

Se il cane è già abituato a viaggiare in auto e sapete che non soffre il mal d’auto, potrete pensare anche di dargli il pasto completo durante il viaggio. E’ fondamentale però conoscere il proprio cane, quindi mai fare esperimenti durante il primo viaggio.

Biagio ad esempio non ha mai sofferto di mal d’auto, è ormai abituato anche a viaggi molto lunghi e quindi pranza normalmente durante le soste in autogrill.

Prima di partire portate il cane a fare un giretto. Intanto avrà modo di svuotare la vescica e quindi essere più tranquillo durante il viaggio, inoltre le passeggiate regalano al cane una bella sferzata di ormoni del benessere che renderanno il viaggio molto meno stressante.

Come dicevo quando si parlava della valigia del cane, è importante portare in auto anche i giochi preferiti del vostro cane che lo terranno occupato durante gli spostamenti più lunghi. Questo soprattutto le prime volte, più si abituerà al viaggio in auto, più passerà il suo tempo a dormire!

Se il cane soffre il mal d’auto

I cuccioli soffrono di più il mal d’auto rispetto ai cani adulti, proprio come i bambini rispetto ai grandi. Questo perché le strutture dell’orecchio che sovraintende l’equilibrio non sono ancora del tutto sviluppate nei giovani cani (e nei bambini). Per fortuna, la maggior parte dei cani supera il problema.

Come accorgersi che il cane soffre il mal d’auto? Osservate il vostro cane e cercate di capire se sta mandando segnali di disagio, ad esempio se sbadiglia, mugola, sbava o vomita.

Come aiutare il vostro cane se soffre il mal d’auto:

  • Fate in modo che guardi avanti e non fuori dal finestrino;
  • Evitate di tenerlo sul sedile posteriore dove le vibrazioni sono maggiori;
  • Aprite un po’ il finestrino per ridurre la pressione dell’aria e consentire una maggiore ventilazione all’interno dell’abitacolo;
  • Cercate di fare entrare il cane nel kennel in modo che non possa guardare troppo fuori;
  • Tenetelo fresco: un automobile calda e senza aria può aggravare la nausea;
  • Rimedi naturali come zenzero o menta sono molto utili per la nausea, mentre le valeriana potrebbe calmarlo ed evitargli troppo stress;
  • I farmaci: ci sono anche dei farmaci, ma andrebbero utilizzati solo in ultima spiaggia e comunque avendo prima chiesto consiglio al veterinario.

Se sapete che il vostro cane soffre molto il mal d’auto o non è abituato a viaggiare in macchina, prima di organizzare un on the road con il cane sarebbe opportuno abituarlo all’auto. Abituare il cane all’auto è un vero e proprio addestramento cinofilo e io non sono un’esperta, visto che con Biagio sono stata fortunata e non ce n’è stato bisogno. So però che non è una cosa facile ne veloce, potrebbero volerci settimane quindi è bene essere sicuri che il vostro cane sia abituato all’auto prima di organizzare e affrontare un vero e proprio on the road!

Noleggiare un auto con il cane

Fino ad ora abbiamo parlato di on the road partendo da casa e spostandosi con la propria macchina. Ma se avete in programma di raggiungere un luogo con altri mezzi e poi prendere un auto a noleggio per iniziare il vostro viaggio, vi starete chiedendo se è possibile portare il cane in un auto a noleggio.

Le agenzie di auto a noleggio non sono spesso chiarissime quando si tratta di animali, ma ovviamente le grandi agenzie di autonoleggio consento di far viaggiare con il proprio cane. Innanzitutto le agenzie di autonoleggio ammettono l’accesso alle proprie auto solo agli animali domestici, quindi cani e gatti. Inoltre ci sono delle condizioni: norme di sicurezza e pulizia della vettura prima della consegna.

Io in ogni caso consiglio di leggere attentamente il regolamento dell’agenzia prima di noleggiare un auto su cui dovrete portare anche il vostro cane.

In conclusione…

Come dico spesso quando parlo di viaggi con il cane, la parola d’ordine è organizzazione. Se organizzati bene, gli on the road possono essere il modo migliore per viaggiare insieme al vostro cane. Noi in questi anni ne abbiamo fatti tanti e ci siamo sempre divertiti molto, Biagio compreso.

Se avete deciso di viaggiare con il vostro cane, ecco qualche spunto sulle possibili destinazioni:

Queste sono solo una piccola parte, visto che in 6 anni di nuova vita di Biagio abbiamo fatto molti viaggi con lui. Spulciate nella sezione dedicata ai nostri viaggi a sei zampe:

https://www.vieniviadiqui.it/category/viaggiare-con-il-cane/

Roberta
Calabrese di nascita, emiliana di adozione. Se si potessero studiare i miei geni si troverebbe qualcosa di legato ai viaggi. Per anni viaggiare era un modo per evadere da una vita che mi stava stretta: "a chi mi domanda la ragione dei miei viaggi rispondo che so bene quel che fuggo ma non quel che cerco." Adesso viaggio perché ho un continuo bisogno di scoprire, esplorare, conoscere, assaggiare. Amo viaggiare e scrivere, e poi di nuovo viaggiare e scrivere, senza sosta. Benvenuti nel mio piccolo mondo di viaggi, esperienza e vita!

Related Stories

Discover

Cosa vedere a Trento in due giorni

Trento è una città piccola ma ricca di cose da fare e...

Dove andare in Italia in 7 giorni: 10 itinerari...

Il 2020 sarà l'estate italiana per eccellenza: 4 italiani su 10 scelgono...

Cosa vedere a Digione in un giorno: sulle tracce...

Digione è la capitale della Borgogna, la famosa regione francese dei vini....

Lago Calamone e Monte Ventasso: scoprendo l’appennino tosco emiliano

Nei primi anni in cui è arrivato Biagio, avevamo iniziato a fare...

Case a graticcio: cosa sono e dove vederle

Ho scoperto le case a graticcio guardando qualche foto su Instagram quando...

Cosa vedere a Torino in un giorno: 5 tappe...

Sono stata tre volte a Torino e credo che ci tornerò ancora....

Popular Categories

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.