Italia Campania Napoli e la Penisola Sorrentina con il treno: la Circumvesuviana

Napoli e la Penisola Sorrentina con il treno: la Circumvesuviana

Siamo appena stati quattro giorni tra Napoli e Sorrento e non ci siamo andati in macchina. Per tanto tempo ero convinta che fosse un viaggio da fare esclusivamente in auto, poi mi sono informata e ho deciso di partire in treno. 

Il modo più comodo per raggiungere Napoli è proprio il treno, anche grazie all’alta velocità che collega la città partenopea con tutto il nord Italia in poche ore. E poi diciamo la verità, le città d’arte in macchina sono scomode! Quindi l’idea del treno per arrivare a Napoli era abbastanza scontata, ma per uno che non si vuole fermare solo in città ma vuole andare alla scoperta delle zone vicine?

All’inizio pensavo agli autobus, poi però ho scoperto la linea Circumvesuviana che collega Napoli a Sorrento, costeggiando tutta la penisola Sorrentina. 

Ecco che così inizia il nostro viaggio tra Napoli e Sorrento in Treno!

Le tappe toccate da questo viaggio in treno lungo la Penisola Sorrentina sono:

  • Napoli
  • Ercolano
  • Vesuvio
  • Pompei
  • Sorrento
  • Capri

Il tutto sempre accompagnati del Vesuvio e spesso del mare fuori dal finestrino.

Dove si prende la Circumvesuviana?

A Napoli, arrivati alla Stazione Centrale, seguite il simbolo della Circumvesuviana e uscite dalla parte del Conad, poi girate a destra e scendete giù verso la metropolitana.Alla fine delle scale, a destra, c’è k’ingresso della Circumvesuviana. Allo sportello, oltre a comprare i biglietti, chiedete la brochure con gli orari e le tappe principali e turistiche. Non sono le uniche tappe, anzi sappiate che ci sono alcuni orari in cui il treno fa meno fermate e altri invece in cui si ferma ad ogni casa!

Le corse della Circumvesuviana sono parecchie durante tutto l’arco della giornata e sono molto puntuali!

Se siete fan di Troisi, la Circumvesuviana passa e si ferma anche a San Giorgio a Cremano, città natale del grande Massimo Troisi a cui ha dedicato anche uno splendido Murales proprio nella stazione.

Come organizzare un viaggio nella Penisola Sorrentina con il treno

Io consiglio di fare base a Napoli e poi spostarsi giorno per giorno con il treno. Per visitare Pompei mettete in conto tutto il giorno, soprattutto se non avete prenotato online la visita e dovete quindi fare la coda all’ingresso.

La prima domenica del mese sia gli scavi di Pompei che di Ercolano sono gratuiti, ma ovviamente la folla di turisti è maggiore.

Per visitare Ercolano invece basta mezza giornata. Dalla Stazione della Circumvesuviana di Ercolano partono degli autobus che offrono trasferimenti per il Vesuvio e ritorno. Potrete quindi unire le due visite: Ercolano + salita al Vesuvio. 

Un altro modo per raggiungere il Vesuvio con i mezzi pubblici è arrivare a Pompei e poi prendere il Tramvia (15 € a persona) che arriva proprio fino al Piazzale Superiore, dove si trova la biglietteria e l’inizio delle escursioni.

Per visitare il Vesuvio bisogna pagare una tassa d’entrata al Parco Naturale del Vesuvio di circa 10 euro, che è separata al costo dell’autobus, ma comprende una guida in italiano o in inglese.  La visita al cratere vi porterà via almeno un’ora e mezza e ricordatevi: scarpe comode! 

Arrivo a Sorrento!

Io consiglio di stare a Sorrento almeno due giorni. Oltre ad essere una cittadina splendida, ricca di bellezze e attrazioni, è anche una base perfetta per altre escursioni.

Prima fra tutti Capri!

Da Sorrento partono tantissime escursioni tra Capri e la famosa Grotta Azzurra. In questi casi si tratta di tour privati, ma Capri si può anche raggiungere con il traghetto pubblico. I traghetti partono dal porto di Sorrento circa ogni mezz’ora e la traversata dura dai 20 ai 30 min. Già alla stazione di Sorrento potrete chiedere informazioni presso l’ufficio del turismo.

Capri si raggiunge anche da Napoli, se non volete fermarvi a Sorrento ma mantenere come base la splendida città partenopea. Ma vi assicuro che Sorrento merita una visita anche di sera, con il suo affaccio sull’intero golfo che ha ispirato poeti e cantanti!

Questi i consigli per organizzare un viaggio fra Napoli e Sorrento utilizzando i mezzi pubblici e lasciando a casa la macchina. Vi assicuro che è un modo comodo e semplice per visitare la zona e non rimpiangerete affatto la vostra auto e ve lo dice una che ama gli on the road!

 

Roberta
Calabrese di nascita, emiliana di adozione. Se si potessero studiare i miei geni si troverebbe qualcosa di legato ai viaggi. Per anni viaggiare era un modo per evadere da una vita che mi stava stretta: "a chi mi domanda la ragione dei miei viaggi rispondo che so bene quel che fuggo ma non quel che cerco." Adesso viaggio perché ho un continuo bisogno di scoprire, esplorare, conoscere, assaggiare. Amo viaggiare e scrivere, e poi di nuovo viaggiare e scrivere, senza sosta. Benvenuti nel mio piccolo mondo di viaggi, esperienza e vita!

Related Stories

Discover

Visitare Dozza: il borgo dipinto dell’Emilia Romagna

Dozza è uno dei borghi più belli dell'Emilia Romagna e di tutta...

Un sipario sull’Italia… “Prima di morire”

Scrivere recensioni non è una cosa che so fare, anche se...

25 Siti UNESCO in Europa da non perdere

Prima di partire per un qualsiasi viaggio c'è una cosa che faccio...

Dove vedere i pinguini in Sudafrica: Boulders Beach a...

Simon's Town è una città del Sudafrica, situata sulla costa di False...

Cosa vedere a Cape Town in Sudafrica

Già in un post precedente vi avevo raccontato del mio amore a...

Cosa vedere a Serra San Bruno: la mia città

Chi mi segue sa che ho lanciato un progetto di guest post a cui...

Popular Categories

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.