Travel Italia Milano a piedi: 4 itinerari ai piedi della Madunnina

Milano a piedi: 4 itinerari ai piedi della Madunnina

Milano è la mia città italiana preferita. Ogni volta che torno a Milano (almeno una volta all’anno) mi sento a casa e amo percorrerla in lungo e in largo. Mi piace perdermi tra le sue vie, i suoi negozi, passeggiare nei suo parchi e prendere i suoi tram storici. Amo Milano e penso che ci sia tantissimo da scoprire in questa città, ma soprattutto penso che per assaporarla al meglio Milano vada vista a piedi. Ed eccomi qui a scrivere 4 itinerari per scoprire Milano a piedi, proprio come avevo fatto per altre città in giro per l’Italia e l’Europa.

Per scoprire Milano a piedi ho pensato a 4 itinerari, di cui ben tre partono dal punto centrale di Milano, Piazza Duomo. Per questo, per prima cosa vi voglio indicare come raggiungere il punto più importante e visitato di Milano: il Duomo!

Come arrivare al Duomo di Milano

Visto che la maggior parte dei miei itinerari a piedi della città partono proprio dal Duomo, voglio indicarvi come arrivare proprio qui. Arrivare in Piazza Duomo a Milano è davvero semplice, visto che c’è la fermata della metropolitana proprio sotto la piazza. Se arrivate in treno, in Stazione Centrale, vi basterà prendere la Metro Gialla (M3) verso San Donato e scendere alla fermata Duomo. 

Immagine di Wikipedia

MILANO A PIEDI: itinerario 1

  • Duomo
  • Galleria Vittorio Emanuele II
  • Piazza La Scala
  • Quadrilatero della Moda
  • Via Orefici
  • Castello Sforzesco
  • Parco Sempione

Come dicevo, partiamo con questa scoperta di Milano a piedi proprio dal fulcro della città: Piazza Duomo. Chiunque venga a Milano, anche solo per un giorno, non può non vedere il suo simbolo, il Duomo. Simbolo della città, è un complesso monumentale che lascia chiunque a bocca aperta. Con le sue guglie che si stagliano verso l’alto, il marmo bianco e la Madonnina che controlla e protegge l’intera città. Se è la prima volta che venite a Milano dovete assolutamente entrare. Un tempo l’ingresso era gratuito, ora purtroppo non più. Sul lato destro della cattedrale trovate le biglietterie automatiche per pagare il biglietto e la fila per entrare.

Se volete scoprire questo luogo così ricco di bellezze artistiche e storia io consiglio una VISITA GUIDATA AL DUOMO. La visita che vi consiglio comprende anche la salita sulle Terrazze del Duomo, una delle parti più belle a mio avviso.

Dopo la visita all’interno del duomo, uscite e ammirate la piazza dall’altra parte. Ammettiamolo, siamo abituati a vederla quasi sempre solo da un lato, perché è impossibile non ammirare il Duomo ma l’intera piazza merita, quindi non perdetevela.

piazza duomo - itinerario a piedi

Ora siete pronti per iniziare il primo itinerario partendo dalla Galleria Vittorio Emanuele II, il cosiddetto “salotto di Milano” tanto è apprezzata dai milanesi e dai migliaia di turisti che la visitano ogni anno. Un percorso coperto, un passaggio che mette in comunicazione Piazza Duomo e Piazza della Scala e contemporaneamente vi porta a sedervi e sorseggiare un caffè nei suoi bar o mangiare una cotoletta alla milanese nei suoi ristoranti, tra un acquisto e l’altro ovviamente.

Galleria Vittorio Emanuele - Milano a piedi

Pur essendo un percorso di pochi metri, io ogni volta ci perdo le ore qui dentro… tra negozi, foto, giri col tacco sulle palle di quel povero toro, e caffè. Attraversatela e poi capirete perché i milanesi la considerano il Salotto della città.

Usciti dalla Galleria sarete in Piazza della Scala. Qui potrete decidere di partecipare ad una visita guidata all’interno del Teatro La Scala e del Museo ad esso dedicato, o semplicemente ammirarlo da fuori. Io purtroppo non sono ancora riuscita ad organizzare una visita all’interno, ma come dicevo a Milano ci torno spesso quindi non mancherà e ho già scelto con chi fare la mia visita guidata al Teatro La Scala — > CLICCATE QUI per scoprirlo!

E poi inizia il tour nel Quadrilatero della Moda: le vie della moda e dello shopping più visitate di Milano. Pensate che tantissimi turisti vengono a Milano solo per fare una passeggiata fra queste vie e ammirare le vetrine di grandi Firme della Moda, come Dolce&Gabbana, Armani, Versace, Prada Luis Vuitton, Gucci, Chenel…

Cuore del quartiere è via Monte Napoleone, considerata tra le vie più costose e prestigiose al mondo al pari della Fifth Avenue a New York e dell’Avenue des Champs Elysees di Parigi. Dopo aver speso tutti i vostri soldi, tornate indietro e passeggiate lungo Via Orefici fino ad arrivare a Castello Sforzesco e a Parco Sempione.

Castello Sforzesco - milano a piedi

Io finisco quasi sempre qui la mia passeggiata di Milano. Parco Sempione è il polmone della città, un parco grandissimo e splendido, dove i milanesi amano fare pic nic, passeggiate, corse con amici e bambini.

MILANO A PIEDI: itinerario 2

  • Duomo
  • Museo del Novecento
  • Palazzo Reale
  • Santuario San Bernardino alle Ossa
  • Corso Vittorio Emanuele
  • Dialogo nel buio

Un nuovo itinerario, sempre partendo da Piazza Duomo ma che tocca punti della città diversi e per certi versi meno conosciuti. Partiamo dal Museo del Novecento.

Il Museo del Novecento, aperto nel 2010 all’interno del Palazzo dell’Arengario, ospita una collezione di oltre quattromila opere di arte italiana del XX secolo, di cui circa 400 in esposizione.

Se siete amanti dell’arte, informatevi bene su quale mostra c’è a Palazzo Reale. Io spesso organizzo il mio viaggio a Milano proprio in base alle mostre che ci sono qui. Negli anni ho visto Caravaggio, Arcimboldo, Dalì, Escher e ammetto che ne sono sempre uscita appagata. Le mostre qui sono fatte bene e ogni anno ce ne sono davvero tante.

Inoltre se pensate di visitare molte attrazioni e musei di Milano (cosa che io vi consiglio) potrete risparmiare acquistando la Tessera turistica MILAN PASS e avere quindi accesso gratuito alle maggiori attrazioni di Milano e mezzi di trasporto illimitati per 48 ore.

La prossima tappa è un luogo davvero particolare di Milano: Santuario San Bernardino alle Ossa. Una chiesetta piccola, che sorge in mezzo a vie e palazzi quasi anonimi ma che custodisce una cappella piena piena di ossa e scheletri! Se volete saperne di più, leggete il mio post sui luoghi alternativi da vedere a Milano (qui)

Ci allontaniamo un po’ da Piazza Duomo e andiamo in un’altra via dello shopping: Corso Vittorio Emanuele, nota come corsia dei Servi, è una delle strade più importanti del centro di Milano. Con oltre centinaia di negozi, è la meta più ambita dai turisti che giungono in città per fare compere. Proseguendo oltre si raggiunge Corso Venezia, una delle vie più eleganti di Milano, nonché la via che richiude il Quadrilatero della Moda di cui parlavamo prima.

Da qui si raggiunge un luogo davvero particolare: all’interno dell’Istituto Ciechi troviamo Dialogo nel Buio, un museo/percorso da fare totalmente immersi nel buio, nel nero più nero che c’è. Accompagnati da guide cieche che ti aiutano a vivere un’esperienza unica nel suo genere e calzare per un attimo i loro panni. Anche su questo ho scritto un post di approfondimento (qui), perché penso sia un’esperienza stupenda da fare almeno una volta nella vita.

MILANO A PIEDI: itinerario 3

  • Piazza Duomo
  • Via Torino
  • Chiesa di San Satiro
  • Cripta di San Sepolcro
  • Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore
  • Santa Maria delle Grazie e l’Ultima cena
  • Basilica di Sant’Ambrogio
  • Colonne di San Lorenzo

Il quarto itinerario di Milano a piedi parte ancora una volta da Piazza Duomo, ma questa volta vi spostiamo verso Via Torino, una delle vie più antiche di Milano che collega Piazza Duomo con Porta Ticinese e i Navigli. Tradizionalmente era la via delle botteghe e degli artigiani, oggi è un altro punto di riferimento per gli amanti dello shopping.

Anche questa volta vi porto alla scoperta di alcuni luoghi alternativi, tra cui la Chiesa di San Satiro, l’unica chiesa al mondo dedicata a questo santo, fratello di Sant’Ambrogio. Qui potrete vedere un abside di 9 metri in uno spazio largo appena 95 cm! Curioso vero?

Chiesa di San Satiro - Milano a piedi

A due passi dalla Chiesa di San Satiro c’è un altro luogo molto particolare e che per anni è rimasto chiuso ma ora ha riaperto al pubblico: la Cripta di San Sepolcro. Sorge dove in epoca romana c’era un foro romano, oggi c’è la Chiesa del Santo Sepolcro di Gerusalemme, costruita neo IX secolo e la Cripta ad essa collegata. La Cripta di San Sepolcro, definita da San Carlo Borromeo come l’ombelico della città di Milano, oggi ospita molti eventi anche di sera.

interno cripta di San Sepolcro - milano

Continuiamo questo tour religioso e scopriamo la Cappella sistina di Milano. Nella Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore, infatti, ci sono affreschi su muri e soffitti da rimanere a bocca aperta. Un’altra caratteristica di questa chiesa è che è praticamente divisa in due parti. Infatti dietro l’altare maggiore, sulla sinistra, si accede ad un’altra piccola perla. Una cappella, detto il Coro delle Monache, dove stavano le suore di clausura del monastero. Anche il Coro delle Monache è totalmente ricoperto da dipinti e affreschi, di cui uno splendido affresco raffigurante l’arca di Noè

Il nostro terzo itinerario ci porta in uno dei luoghi più visitati di Milano ma anche il più difficile da visitare: Santa Maria delle Grazie, la chiesa che ospita l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci. Sicuramente saprete che per poter vedere quest’opera bisogna prenotare la visita mesi prima, quindi se non avete prenotato segnatevi il luogo e pensate alla prossima volta!

Ultima Cena - Milano

Ultima chiesa di questo itinerario a piedi di Milano molto “religioso” è la Basilica di Sant’Ambrogio. La Basilica di Sant’Ambrogio è una delle chiese più antiche di Milano, ma anche un punto di riferimento per la storia medievale milanese. E’ amata dai milanesi tanto quanto il Duomo, infatti durante il mio tour in solitaria di Milano di qualche anno fa ho chiesto ad alcuni vecchietti cosa dovevo assolutamente vedere e non mi hanno indicato il Duomo (forse pensando che fosse scontato), ma tutti hanno citato Sant’Ambrogio.

Basilica Sant'Ambrogio - Milano

L’itinerario finisce con una passeggiata fino alla Colonne di San Lorenzo, che la sera si animano di giovani grazie ai tanti locali e ristoranti che potrete trovare lì nelle vicinanze. Grazie anche alla loro posizione strategica a metà strada tra Piazza Duomo e i Navigli, sono spesso un luogo di ritrovo dei ragazzi che animano la Milano notturna.

MILANO A PIEDI: itinerario 4

  • Porta Ticinese
  • Nuova Darsena
  • Naviglio Grande
  • Vicolo Lavandai
  • Libreria “Libraccio”
  • Santa Maria delle Grazie al Naviglio
  • Via Vigevano
  • Naviglio Pavese

Questo ultimo tour a piedi è interamente dedicato alla zone dei Navigli di Milano. Conosciuti soprattutto come luogo di ritrovo per la vitta notturna di Milano, a partire dagli aperitivi fino ai coctails bevuti a tarda sera. Qui i ragazzi amano passare le loro serate, nei week end e non solo, eppure negli ultimi anni sono molti i turisti che raggiungono questa zona di Milano anche di giorno per passeggiare lungo i 3 grandi Navigli e le viuzze interne.

Navigli di sera - Milano

Il Nostro itinerario a piedi tra i Navigli di Milano parte da Porta Ticinese e inizia subito sulla Nuova Darsena. Cos’è una Darsena? E’ un’ansa, creata dall’uomo per poter ormeggiare le barche che un tempo navigavano lungo i Navigli. Oggi c’è un progetto per promuovere il turismo lento: 84 chilometri di Navigli lombardi che sono stati collegati, resi navigabili e dotati di percorsi ciclo-pedonali, partendo proprio dalla Darsena di Milano.

Da qui ci spostiamo sul Naviglio Grande, il più antico. Inizialmente costruito solo per irrigare i campi (quando ancora la città non si estendeva fino a qui), poi reso navigabile nel 1272.

In una laterale della Alzaia Naviglio Grande, c’è un luogo davvero molto suggestivo: Vicolo Lavandai. Avete capito bene, in questo vicolo i residenti della zona lavavano i panni, per questo il nome. Oggi è ricco di bar e ristoranti, ma rimane pur sempre un luogo caratteristico della zona.

Poco lontano da qui, sempre percorrendo il Naviglio Grande, potrete entrare in una delle librerie più caratteristiche di Milano: il Libraccio.

Ora inoltratevi all’interno, allontanandovi un po’ dal Naviglio Grande e raggiungete Santa Maria delle Grazie al Naviglio, la chiesa di riferimento per questa zona. Per poi spostarvi su Via Vigevano dove potrete pranzare con delle polpette davvero speciali. Infatti, qui, al numero 20 c’è The Meetball Family, un locale all’americana ma che vende solo polpette (tutte molto italiane)!

Per finire il tour tra i Navigli di Milano, andate su Via Gorizia e poi spostatevi sul Naviglio Pavese, l’altro naviglio, voluto dai Visconti per unire Milano a Pavia e alle loro terre.

I Navigli sono uno dei quartieri più caratteristici di Milano e per questo motivo un bel tour guidato sarebbe davvero il top: CLICCATE QUI per prenotare un bel tour alla scoperta dei Navigli.

Darsena Milano

Questi sono i quattro itinerari che ho pensato e fatto per scoprire la città di Milano a piedi. Amo passeggiare a piedi tra le vie delle città e scoprire i luoghi lentamente, senza correre tra la visita di un’attrazione e l’altra. Se anche voi amate camminare, provate a leggere gli itinerari a piedi che ho fatto nelle altre città cliccando sul link: Itinerari a piedi

Se avete poco tempo ma volete comunque scoprire la città di Milano, pensate ad un tour della città: una VISITA GUIDATA di Milano che tocchi i punti più importanti della città.

Oppure un caratteristico TOUR IN SEGWAY. Non sapete cos’è? scopritelo a link.

Mentre se vi va di approfondire la scoperta di Milano leggete anche:

Roberta
Calabrese di nascita, emiliana di adozione. Se si potessero studiare i miei geni si troverebbe qualcosa di legato ai viaggi. Per anni viaggiare era un modo per evadere da una vita che mi stava stretta: "a chi mi domanda la ragione dei miei viaggi rispondo che so bene quel che fuggo ma non quel che cerco." Adesso viaggio perché ho un continuo bisogno di scoprire, esplorare, conoscere, assaggiare. Amo viaggiare e scrivere, e poi di nuovo viaggiare e scrivere, senza sosta. Benvenuti nel mio piccolo mondo di viaggi, esperienza e vita!

Related Stories

Discover

Un sipario sull’Italia… “Prima di morire”

Scrivere recensioni non è una cosa che so fare, anche se...

25 Siti UNESCO in Europa da non perdere

Prima di partire per un qualsiasi viaggio c'è una cosa che faccio...

Dove vedere i pinguini in Sudafrica: Boulders Beach a...

Simon's Town è una città del Sudafrica, situata sulla costa di False...

Cosa vedere a Cape Town in Sudafrica

Già in un post precedente vi avevo raccontato del mio amore a...

Cosa vedere a Serra San Bruno: la mia città

Chi mi segue sa che ho lanciato un progetto di guest post a cui...

Cosa vedere a Vieste: la perla del Gargano

Essendo i miei nonni di Foggia, il Gargano è sempre apparso nei...

Popular Categories

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.