Quando la natura diventa arte: Arcimboldo

La vita è tutto un “do ut des” e io me ne sono trovata davanti uno davvero curioso.

Correva l’Aprile 2011 e in cambio di una mostra dedicata a De Andrè, ho ottenuto compagnia per quella di Arcimboldo a Palazzo Reale a Milano.

Non bisogna farsi ingannare dal nome: Giuseppe Arcimboldo era un artista di modeste origini nato nel 1526 a Milano. Nulla a che vedere con la ricca famiglia degl’Arcimboldi di cui si sente ancora parlare.

Già suo padre lavorava nel secolare cantiere del Duomo e anche gli crebbe lì.

La sua fortuna e fama si concretizzò però fuori dall’Italia.

Alla corte degli Asburgo, egli cominciò a dipingere i suoi famosi ritratti naturalistici.

Ma cosa ha a che fare questo pittore con la nostra rubrica di cucina?

I suoi quadri più famosi sono delle composizioni fatte con animali, fiori ortaggi  frutta e suppellettili.

Giuseppe_Arcimboldo_-_The_Waiter_-_WGA0835
La Cantina 1574
4-Arcimboldo
Le Quattro Stagioni 1573

Anche in cucina si possono creare delle belle composizioni ma…

C’è qualcuno che riesce a rendere tutto questo arte.

Prendete le sue tele reversibili: un cesto di frutta, un piatto di arrosto, carote e patate .

Arcimboldo_Vegetables_upsidedown

E poi ecco la magia: ruotate la tela di 180° gradi ed ecco che ci sono due occhi, un naso, capelli un bavero…

Arcimboldo_Vegetables
L’ortolano 1590

E automaticamente torni a girare la tela perché non è possibile che tu non l’abbia visto e invece? Eccolo lì il nostro cesto bello e colorato

E non smetteresti più di girarlo, perché la magia è troppo immediata!

Non ci credete?

Provateci!

E alla prossima gustosa tappa del nostro viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.