Europa Francia In Francia con il cane: itinerari e consigli di viaggio

In Francia con il cane: itinerari e consigli di viaggio

Come sapete noi viaggiamo spesso con il nostro cane Vagabondo Biagio e scegliamo il più possibile mete adatte sia a noi che a lui. Credo sia indispensabile partire da questo prima di organizzare un qualsiasi viaggio con il proprio cane! In Francia abbiamo scoperto più di una zona insieme a Biagio e ci siamo accorti che è davvero una nazione adatta ai viaggi a 6 zampe.

Regole per andare in Francia con il cane

Ma iniziamo con la parte burocratica e fondamentale prima di partire per la Francia con il proprio cane. Intanto in Francia, come in tutta Europa, i cani devo viaggiare muniti di Pet – Passaport, un vero e proprio passaporto che è valido solo se il cane ha effettuato l’antirabbica da più di un mese e meno di un anno. Per saperne di più, vi lascio il link al post dedicato.

Oltre al Pet-passaport ricordate sempre di portare con voi il Certificato di iscrizione all’anagrafe canina e il libretto delle vaccinazioni. Ovviamente il cane deve avere il microchip, altrimenti tutti questi documenti non li ha!

Dormire in Francia con il cane

Nei nostri viaggi ci siamo accorti che sia in Francia che in Germania la stragrande maggioranza di hotel e B&B accettano tranquillamente i cani. Noi, nonostante siamo amanti degli on the raod e dell’improvvisazione, quando viaggiamo con Biagio prenotiamo sempre prima gli alloggi.

Di solito uso Booking o siti affini, dove è possibile filtrare la ricerca selezionando solo le strutture che accettano gli animali. In Francia però il 99% delle strutture richiede un sovrapprezzo per il cane, che varia dagli 8 ai 10 euro. Quindi tenetelo in considerazione! Noi solo a Digione abbiamo trovato un B&B che non chiedeva sovrapprezzo… forse perché i proprietari avevano un mega cagnolone!

Se siete dei campeggiatori in Francia avrete davvero l’imbarazzo della scelta: i campeggi sono tutti molto ben curati, ricchi di attrazioni all’interno e per nulla costosi. Praticamente in tutti i campeggi è possibile accedere con i vostri cani! 

Itinerari di viaggio in Francia con il cane

Ora passiamo alla parte interessante: dove andare in Francia con il cane? Bene io vi indico ben 4 itinerari davvero perfetti, poi scegliete voi! Sono tutti itinerari da fare in macchina, quindi on the road, ma sappiate che la Francia è raggiungibile anche in treno, quindi un mezzo comodo anche per i vostri cani.

ITINERARIO 1: ARDECHE E VERDON CON IL CANE

Il primo itinerario ci porta nella parte bassa della Francia e precisamente nella zona dell’Ardeche e del Verdon. Entrambe zone verdi e fresche, dove è possibile fare passeggiate e bagni nel fiume. Lungo l’Ardeche ci sono molti punti di accesso al fiume, che è balneabile, ed essendo “spiagge libere” non ci sono limitazioni ai cani. Se il vostro cane ama l’acqua questo è il posto che fa per lui! Acque basse, fresche, limpide e senza la calca che trovereste di sicuro sulla Costa Azzurra (assolutamente da evitare a mio avviso!).

Per iniziare la scoperta delle Gole del Verdon la tappa di partenza è Castellane, un piccolo paese molto curato e caratteristico. Lungo la strada panoramica non potete non fermarvi al Point Sublime, un punto panoramico da cui si ha una vista “sublime”!

L’arrivo nel nostro caso invece è stato il Lac St’ Croix. Anche i laghi sono balneabili e anche qui l’accesso ai cani è consentito senza alcun problema.

ITINERARIO 2: L’ALSAZIA

Un altro bel viaggio è sicuramente quello lungo la Route des Vins d’Alsace (trovate qui un bell’itinerario completo).

In questo caso le nostre tappe sono state soprattutto i paesini, con le case a graticcio, che si incontrano lungo tutta la via. I paesini sono spesso piccoli e caratteristici ma non troppo caotici. In ognuno abbiamo trovato parchi e aree di sgambamento, quindi adatti anche al nostro Biagio. Forse Colmar è la meno pet-friendly, probabilmente perché ultimamente è stata presa d’assalto dal turismo di massa e questo non aiuta.

A Strasburgo poi nessun problema a muoversi sui mezzi di trasporto pubblici, dove i cani accedono semplicemente pagando il biglietto! Dall’Alsazia poi è facile passare il confine e trovarsi nella Foresta Nera in Germania e qui i sentieri e le passeggiate con il vostro cane non avranno fine!

ITINERARIO 3: LA VALLE DELLA LOIRA

Quest’estate siamo stati nella Loira e mi ero ripromessa di scrivere un post dedicato esclusivamente a questo viaggio, perché davvero è un viaggio perfetto da fare con il vostro cane. Molti dei famosi Castelli della Loira permettono l’accesso ai cani: nei giardini praticamente tutti, all’interno dei castelli solo alcuni.

Il castello assolutamente più pet friendly è il Castello di Chenonceau. A parte essere davvero bellissimo, ha un giardino tutto intorno in cui cani e gatti sono molto ben accetti, vi basta guardare il cartello che vi accoglie all’ingresso!

valle della Loira con il cane

Nel castello invece possono entrare i cani di piccola taglia se tenuti in braccio o negli appositi trasportini.

Le cittadine che si incontrano lungo il percorso poi sono splendide e anche in questo caso parchi e passeggiate a non finire da fare con il vostro cane. Ah vi dico solo che alcune cittadine sono davvero stupende… scopritele qui!

Città della Loira - Blois

ITINERARIO 4: BRETAGNA E NORMANDIA

Questo viaggio è in programma da un po’ e anche se non ci siamo ancora stati ho letto talmente tanto, mi sono informata così bene che vi posso assicurare che è un viaggio assolutamente da non perdere (con e senza cani al seguito!).

Intanto è un viaggio molto naturalistico e per tale motivo perfetto da fare a 4 zampe: le spiagge che si affacciano sull’Oceano regalano paesaggi mozzafiato e immagino che passeggiare su quelle spiagge insieme a Biagio sarebbe perfetto.  Ci sono i boschi che nascondono resti megalitici, anche in questo caso da cercare e trovare anche grazie al fiuto del vostro cagnolino. Stessa cosa lungo il Sentiero dei Doganieri, che è molto vicino alle spiagge del D-Day.

In più di un sito/blog ho letto che Bretagna e Normandia sono le regioni più dog-frienldy di Francia, tanto che se anche a Mont Saint Michel l’accesso ai cani non è consentito, nel parcheggio dove è obbligatorio lasciare la macchina c’è un servizio di dog sitting che ti permette di lasciare l cane in compagnia e stare tranquilli durante tutta la visita.

Vi bastano questi 4 itinerari di viaggio in Francia da fare insieme al vostro cane? Io direi che sono un buon inizio, se poi conoscete altri luoghi, altri itinerari e altre mete… beh scrivete nei commenti, io prendo nota per i prossimi viaggi.

 

Roberta
Calabrese di nascita, emiliana di adozione. Se si potessero studiare i miei geni si troverebbe qualcosa di legato ai viaggi. Per anni viaggiare era un modo per evadere da una vita che mi stava stretta: "a chi mi domanda la ragione dei miei viaggi rispondo che so bene quel che fuggo ma non quel che cerco." Adesso viaggio perché ho un continuo bisogno di scoprire, esplorare, conoscere, assaggiare. Amo viaggiare e scrivere, e poi di nuovo viaggiare e scrivere, senza sosta. Benvenuti nel mio piccolo mondo di viaggi, esperienza e vita!

Related Stories

Discover

Visitare Dozza: il borgo dipinto dell’Emilia Romagna

Dozza è uno dei borghi più belli dell'Emilia Romagna e di tutta...

Un sipario sull’Italia… “Prima di morire”

Scrivere recensioni non è una cosa che so fare, anche se...

25 Siti UNESCO in Europa da non perdere

Prima di partire per un qualsiasi viaggio c'è una cosa che faccio...

Dove vedere i pinguini in Sudafrica: Boulders Beach a...

Simon's Town è una città del Sudafrica, situata sulla costa di False...

Cosa vedere a Cape Town in Sudafrica

Già in un post precedente vi avevo raccontato del mio amore a...

Cosa vedere a Serra San Bruno: la mia città

Chi mi segue sa che ho lanciato un progetto di guest post a cui...

Popular Categories

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.