Life Hotel ad ore per mamme stanche

Hotel ad ore per mamme stanche

L’invenzione dell’hotel ad ora non è nuova. Ci sono infatti hotel che offrono sistemazioni anche per poche ore, per dormire, riposare o fare una doccia magari prima di rientrare a lavoro o tra una faccenda e l’altra. Ma la mia idea è diversa… un hotel ad ore dedicato solo alle mamme.

Mamma all’ascolto, quante volte avete detto al papà “ho bisogno di riposare, tieni il bimbi un’oretta”? Oppure quante volte il papà vi ha detto “vai di la, riposati che al pupo ci penso io”? Sicuramente tante! Eppure quante volte siete riuscire davvero a dormire?
Io credo mai! Ci vado in camera, mi stendo sul letto ma ho le orecchie spalancate! Lo so è un termine che si usa per la bocca, ma rendeva di più l’idea. In pratica sto costantemente all’ascolto e se il piccolo anche solo si lamenta mi sforzo di rimanere a letto e lasciar fare al papà. Se poi piange, anche solo per un minuto, addio sonno!

Ecco quindi l’idea degli hotel ad ore a noi dedicati! Non essendo in casa c’è ben poco da ascoltare. Forse le prime volte sarà dura fidarsi, soprattutto se siete paranoiche come me, ma poi sono socura che il sonno arriverà e riuscirete a riposare.

Lo so, è un’idea geniale che in luoghi come il Giappone o i paesi nordici funzionerebbe tantissimo, ma in Italia? Mmm non credo.
Cioè io non penso che riuscirei a dire a mio marito “tieni il piccolo che vado ad domrire un’ora in hotel!”, però un po’ me lo immagino che mi dà la carta di credito e mi dice “vai a riposarti!”

La verità è che noi mamma italiane siamo un po’ restie a farci aiutare, però poi siamo bravissime a lamentarci! Eppure quell’ora di riposo lontano dal piccolo, con la testa sgombra e in un luogo accogliente potrebbe essere un toccasana per le neomamme!

Anche in questo caso, il regalo più grande che si fa ad una mamma è del tempo! Tempo per riposare in un luogo adatto, caldo e accogliente.

Ora ditemi se non è una grande idea! Devo solo trovare il modo e i soldi per metterla in pratica… intanto vado a depositare il brevetto!

Buon riposo mammine!

Roberta
Calabrese di nascita, emiliana di adozione. Se si potessero studiare i miei geni si troverebbe qualcosa di legato ai viaggi. Per anni viaggiare era un modo per evadere da una vita che mi stava stretta: "a chi mi domanda la ragione dei miei viaggi rispondo che so bene quel che fuggo ma non quel che cerco." Adesso viaggio perché ho un continuo bisogno di scoprire, esplorare, conoscere, assaggiare. Amo viaggiare e scrivere, e poi di nuovo viaggiare e scrivere, senza sosta. Benvenuti nel mio piccolo mondo di viaggi, esperienza e vita!

Related Stories

Discover

Visitare Dozza: il borgo dipinto dell’Emilia Romagna

Dozza è uno dei borghi più belli dell'Emilia Romagna e di tutta...

Un sipario sull’Italia… “Prima di morire”

Scrivere recensioni non è una cosa che so fare, anche se...

25 Siti UNESCO in Europa da non perdere

Prima di partire per un qualsiasi viaggio c'è una cosa che faccio...

Dove vedere i pinguini in Sudafrica: Boulders Beach a...

Simon's Town è una città del Sudafrica, situata sulla costa di False...

Cosa vedere a Cape Town in Sudafrica

Già in un post precedente vi avevo raccontato del mio amore a...

Cosa vedere a Serra San Bruno: la mia città

Chi mi segue sa che ho lanciato un progetto di guest post a cui...

Popular Categories

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.