Travel Africa Cosa vedere a Cape Town in Sudafrica

Cosa vedere a Cape Town in Sudafrica

Già in un post precedente vi avevo raccontato del mio amore a prima vista per la città di Cape Town, avevo descritto il mio primo giorno in questa splendida città ma soprattutto l’emozione di essere finalmente in Africa dopo averlo sognato tanto. Non lo avete letto? Beh fatelo qui!

Una volta capito che questa città mi sarebbe rimasta appiccicata addosso, con i suoi colori e il suo sapore d’Oceano, ho iniziato la mia visita. Ci sono alcuni posti che sono davvero imperdibili e che vi lasceranno a bocca aperta, almeno per me è stato così!

Cosa vedere a Cape Town

Table Mountain

La Table Mountain è il simbolo della città e la prima cosa che vedrete proprio mentre l’aereo sta per atterrare e vi assicuro che quella vista vi lascerà a bocca aperta. Quelle montagne così perfettamente piatte come una “tavola” che si stagliano sopra la città, sembrano quasi dipinte o create da un artista, pensare che siano semplicemente naturali lascia esterrefatti. Raggiungerle è facile, dapprima una bellissima strada panoramica raggiungibile in auto, poi la funivia che vi porta fin sulla cima. Il momento migliore, anche per godere di un paesaggio meraviglio, è all’alba o al tramonto. Attenzione però, nelle giornate ventose o molto nuvolose (e purtroppo capitano spesso) la funivia è chiuse e vi dovrete “accontentare” della vista dal parcheggio panoramico.

Inoltre si può salire sulla cima della montagna anche a piedi, ma meglio se accompagnati da una guida esperta perché comunque una montagna un po’ difficile da scalare.

Le Table Mountain fanno parte di un Parco Nazionale, all’interno del quale ci sono ben 50 itinerari di trekking, dal più facile al più difficile, quindi per tutti i gusti.

Waterfront

Il Victoria & Alfred Waterfront non è solo un luogo di ritrovo per turisti e gente del luogo, è soprattutto un luogo intriso di storia. Il primo porto della città di Cape Town, lì dove attraccavano le navi merci e lì da dove partivano le navi diretta a Robben Island. Adesso da qui partono le escursioni all’isola e non solo, varie escursioni nella penisola del Capo e alla scoperta dei famosi squali del Sudafrica. Il Waterfront va visto soprattutto la sera, pieno di luci che si riflettono sul mare e con una vasta scelta di locali dove cenare o passare la serata accompagnati da musica e una buona birra.

waterfrnot cape town

Robben Island

Tristemente famosa, Robben Island è quel luogo dove è stato creato uno dei carceri di massima sicurezza più conosciuti al mondo. E’ qui che il premio Nobel Nelson Mandela ha vissuto quasi 27 anni della sua vita. I tour dell’Isola mostrano la vita di quei detenuti che lì hanno passato gran parte della loro vita. E sono proprio alcuni di loro che vi condurranno alla scoperta di questo luogo, attraverso racconti pieni di emozioni. Consiglio di prenotare la visita con largo anticipo perché le visite sono a numero chiuso e spesso sono sold out.

traghetto per robben islad cape town

Centro storico e Long Street

Quando viaggio, soprattutto nelle grandi città, mi piace molto camminare per le vie del centro, per capire meglio le città e scovare angoli suggestivi, negozi di artigianato, locali particolari. A Cape Town non lo abbiamo fatto molto, non come facciamo di solito nelle capitali europee, probabilmente per avevamo poco tempo a disposizione e ci siamo dedicati molto anche ai dintorni, però avere l’hotel in pieno centro storico ha aiutato. Una delle vie che abbiamo scoperto di più è Long Street: via dello shopping di giorno e teatro di musica e bevute di sera. Su Long Street infatti si trovano la maggior parte dei negozi di Cape Town: dall’antiquariato all’artigianato locale, passando per le grosse catene. La sera invece, le belle case in stile vittoriano ospitano locali e pub che si animano di ragazzi e molto spesso musica dal vivo.

cape town long street

Grand Parade

Grand Parade è la famosa piazza dove Nelson Mandela ha tenuto lo storico discorso, da uomo libero, dopo 27 anni di carcere. Luogo storico per eccellenza della città di Cape Town, oggi ospita un mercato cittadino molto folkloristico.

grand parade a cape town

Boo – Kap

Boo – Kap é uno dei quartieri più caratteristici e fotografati di Cape Town. Con le sue casette basse e tutte colorate, si ha quasi la sensazione di non essere in Africa. E’ un quartiere malese a prevalenza mussulmana, infatti qui ci sono parecchie moschee, ma negli ultimi anni è diventato anche un quartiere alla moda, pieno di gallerie d’arte, negozi di moda e bar di tendenza. Inoltre è un luogo prettamente turistico, proprio per la sue caratteristiche è infatti uno dei quartieri più fotografati della città. Eppure è anche un luogo intriso di storia: tra il 1830 e il 1840, infatti, fu teatro delle prime rivendicazioni di emancipazione da parte degli schiavi liberati.

Company Gardens

Un tempo erano campi coltivati dai coloni della Compagnia Olandese delle Indie Orientali, oggi sono dei bellissimi giardini, perfetti per fare una bella passeggiata, fare footing o semplicemente leggere all’ombra dei grandi alberi. Eppure le sorprese sono sempre in agguato: dai piccoli scoiattoli che passeggiano tranquillamente fra le persone agli impegnati parlamentari che si prendono una pausa proprio qui, non lontano dal Parliament della città.

cape town company gardens

Lion’s head

La “Testa del Leone” è un’altra delle montagne che sovrasta la città di Cape Town e che merita di essere vista. Ancora meglio sarebbe salirci sopra o addirittura fare un volo con il deltaplano (io mi sono un po’ pentita di non averlo fatto!). Ci si arriva a piedi, con una camminata di circa un’ora e ci sono anche molte visite guidate organizzate, per chi non se la sente di andare da soli.

Se poi volete ammirare la montagna e la sua strana forma che le dà il nome, salite su Signal Hill (anche in auto) e da lì avrete modo di avere una bella visuale su tutta la città e sulla Testa del Leone!

lion's head cape town

Andare in spiaggia a Cape Town

Cape Town è una città che nasce sull’oceano e quindi vive anche grazie ad esse. Se andare in Sudafrica in estate (il nostro inverno) vi consiglio di fare anche una capatina in spiaggia, anche se l’acqua dell’oceano è comunque fredda e praticamente nessuno fa il bagno. Ci sono varie spiagge a nei dintorni di Cape Town, noi le abbiamo viste passando in macchina anche perché non era la stagione giusta.

Camps Bay

Camps Bay è la spiaggia più vicina al centro di Cape Town. La spiaggia è molto grande e anche molto particolare, caratterizzata da enormi massi rotondi che ricordano molto le Seyschelles.

Clifton

E’ la spiaggia più chic della Penisola del Capo, anche perché è fatta di quattro calette, una per ogni gusto: quella per le famiglie con i bambini, quella per i ragazzi che amano socializzare, quella per i solitari.

Quando andare a Cape Town

Dopo avervi detto quello che c’è da vedere a Cape Town, almeno per chi ci va per la prima volta, passiamo ad una delle domande che ci siamo posti anche noi: quando andare? Noi abbiamo scelto il Sudafrica per il nostro viaggio di nozze e ci siamo andati i primi di ottobre, praticamente a inizio primavera. In Sudafrica infatti le stagioni sono invertite rispetto a noi, essendo a sud dell’equatore, quindi quando da noi è inverno lì è estate e viceversa. Il periodo migliore quindi sarebbe il perioda da novembre a febbraio, ma in realtà come ci hanno spiegato i nostri amici che vivono lì, a Cape Town le temperature non cambiano molto di stagione in stagione. Anche in inverno infatti le temperature possono raggiungere i 20°, mentre in estete arrivano intorno ai 30°. Praticamente le mie temperature ideali. Noi ad ottobre abbiamo trovato sempre bel tempo, temperature miti e non troppi turisti. Quello che dà molto fastidio, soprattutto in estete, è il vento che è molto presente e può essere anche particolarmente forte.

Cape Town è una città sicura?

Questa è un’altra domanda che ci siamo posti e che ci hanno posto in molti al nostro rientro. Allora vi rispondo con un aneddoto che è capitato proprio a me, da brava ingenua!

Prima sera a Cape Town, abbiamo scelto di andare a cena al Waterfront. Prima di andare al ristorante abbiamo fatto un giro per i negozi, io avevo lasciato il cellulare in una taschina esterna della borsa e sulle scale mobili un ragazzone alto mi ha sfilato il cellulare e stava andando via tranquillamente. Me ne sono accorta subito, l’ho rincorso e gli ho intimato (dalla mia altezza di 1m e 50) di ridarmi il cellulare (in italiano per giunta) e lui senza batter ciglio mi ha ridato il cellulare ed è andato via.

Perché tutto questo racconto? Per dirvi che sicuramente bisogna tenere gli occhi aperti, così come faremmo in una qualsiasi città d’Europa o del mondo. Per quanto riguarda la sicurezza in generale, è bene non andare in luoghi sconosciuti soprattutto di sera ma rimanere nelle zone turistiche o dove c’è molta gente. Le case qui, soprattutto le villette di periferia, sono circondati da alti muri e telecamere di sicurezza, questo perché i furti sono all’ordine del giorno, a maggior ragione è sempre meglio non uscire con accessori appariscenti o molto costosi e stare attenti alle borse. Se poi decidete di fare dei tour nella township meglio affidasi a delle guide!

Cosa vedere nei dintorni di Cape Town

Noi siamo stati praticamente 6 giorni a Cape Town (troppo pochi a mio avviso), ma non siamo stati solo in città, anzi ci siamo spostati spesso nelle zone limitrofe e lungo la Penisola del Capo.

Il Capo di Buona Speranza

Cape of Good Hope è il mio posto preferito del Sudafrica (e forse anche in generale), qui si respira una forza e una potenza della natura che lascia senza fiato. Io mi sono innamorata del rumore assordante delle onde che si infrangono sulle rocce, del suo faro, dei gabbiani che volano. Ammetto che sogno di tornare in Sudafrica per rivivere le emozioni che ho provato in questo luogo. Qui il mio articolo dedicato.

Hermanus e le balene

Chi sceglie di fare un viaggio in Sudafrica deve sapere che volendo potrebbe vedere tantissimi animali, dal leone agli squali. Ad esempio, nella cittadina di Hermanus, a 112 km da Cape Town, le femmine di balena nera si avvicinano alla costa per lo svezzamento dei cuccioli nel periodo che va da luglio a ottobre. Per questo motivo è possibile avvistare le balene anche dalla costa, un’esperienza stupenda. Ovviamente è possibile fare anche delle escursioni in mare, che però noi non abbiamo fatto. Un consiglio: portatevi un cannocchiale!

Simon’s Town e i pinguini

Simon’s Town è una cittadina nei sobborghi di Cape Town diventata famosa per la Colonia di Pinguini più grande del Sudafrica. Boulders Beach, situata pochi chilometri a sud dell’abitato, ospita dal 1982 ospita stabilmente una colonia di pinguini africani, chiamati anche pinguini dai piedi neri o pinguini jackass (asino), per via del loro verso caratteristico che somiglia al raglio di un asino. Per saperne di più leggete il mio articolo dedicato.

Stellenbosch e i vini sudafricani

Stellenbosch è conosciuta come la capitale dei vini del Sudafrica. Si trova a circa 50 km da Cape Town ed è immersa in una terra di vigneti. Qui è possibile fare dei tour di degustazione di uno dei vini più rinomati del Sudafrica.

Inutile dire che il nostro viaggio in Sudafrica è stato uno dei viaggi più belli mai fatti e che vogliamo assolutamente tornarci per rivivere e approfondire tutto quello che abbiamo dovuto lasciare da parte per il poco tempo. La parte di Cape Town e della Penisola del Capo per me è stata la parte più bella, quella che non mi aspettavo perché ci sono dei momenti in cui non sembra neanche di essere in Africa! Prossima volta vorremmo proseguire il viaggio e fare tutta la Garden Route, intanto grazie a questo articolo ho ricordato quei giorni lì e ammetto che ho tanta tanta nostalgia!

Separatore blog

Se state pensando ad un viaggio in Sudafrica, beh vi assicuro che ne vale la pena. Per aiutarvi a decidervi vi lascio i miei articoli:

Roberta
Calabrese di nascita, emiliana di adozione. Se si potessero studiare i miei geni si troverebbe qualcosa di legato ai viaggi. Per anni viaggiare era un modo per evadere da una vita che mi stava stretta: "a chi mi domanda la ragione dei miei viaggi rispondo che so bene quel che fuggo ma non quel che cerco." Adesso viaggio perché ho un continuo bisogno di scoprire, esplorare, conoscere, assaggiare. Amo viaggiare e scrivere, e poi di nuovo viaggiare e scrivere, senza sosta. Benvenuti nel mio piccolo mondo di viaggi, esperienza e vita!

Related Stories

Discover

Visitare Dozza: il borgo dipinto dell’Emilia Romagna

Dozza è uno dei borghi più belli dell'Emilia Romagna e di tutta...

Un sipario sull’Italia… “Prima di morire”

Scrivere recensioni non è una cosa che so fare, anche se...

25 Siti UNESCO in Europa da non perdere

Prima di partire per un qualsiasi viaggio c'è una cosa che faccio...

Dove vedere i pinguini in Sudafrica: Boulders Beach a...

Simon's Town è una città del Sudafrica, situata sulla costa di False...

Cosa vedere a Cape Town in Sudafrica

Già in un post precedente vi avevo raccontato del mio amore a...

Cosa vedere a Serra San Bruno: la mia città

Chi mi segue sa che ho lanciato un progetto di guest post a cui...

Popular Categories

Comments

  1. Buongiorno

    sarò in Sud Africa da metà ottobre e ovviamente visiterò Cape Town, ti volevo chiedere per un po’di movimento serale, in sicurezza dove si può andare? Saremo una coppia, prima volta in SA e sai se ne leggono tante su internet…

    • Ciao. Abbiamo due consigli per la sera: Waterfront sicuramente, romantico, con molto locali per cena e dopocena e devo dire molto sicuro. Se poi volete qualcosa di più caratteristico andate su Kloof street e Long street. Sulla prima consigliamo di cenare a Kloof street House, mentre sulla seconda ci sono molti pub all’inglese e locali che fanno musica dal vivo. Rispetto al Waterfront sono un po ‘ meno sicure o forse è più la sensazione perché c’era qualche barbone ma abbiamo incontrato anche alcune pattuglie. Comunque nulla di davvero pericoloso. Al rientro fateci sapere. Noi ci siamo davvero innamorati di questa città!
      Marco & Roberta

  2. Scusa il ritardo, ma solo ora mi sono accorta che avevo risposto ma il mio commento era andato a finire sotto un’altro post (della Germania che proprio non centrava niente). Spero di essere ancora in tempo! Scusa ancora!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.