Cosa mangiare a Stoccolma: dalle polpette al salmone, passando per le aringhe

Avete in programma un viaggio a Stoccolma e siete alla ricerca dei piatti tipici della cucina svedese? Vi tranquillizzo subito dicendovi che a Stoccolma si mangia davvero bene!

Siamo da poco rientrati da 4 giorni a Stoccolma e vi posso assicurare che non abbiamo patito la fame, anzi abbiamo mangiato tanto, bene e per tutti i gusti.

Ma cosa si mangia a Stoccolma?

Di piatti tipici ce ne sono diversi. Eccone alcuni.

  1. Kottbullar: le famosissime polpette di carne di maiale e manzo, servite con patate e salsa di mirtilli. Anche se l’accostamento tra carne e i mirtilli vi potrà sembrare strana, vi posso assicurare che non stona affatto. Dove mangiare il Kottbullar? Le polpette sono ovunque, dai locali più turistici a quelli più intimi e rinomati. In pratica come la paella a Valencia, quindi lasciatevi consigliare dagli svedesi, che tra l’altro sono molto gentili e disponibili.Polpette piatto tipico di Stoccolma
  2. Il Salmone. Ovviamente a Stoccolma si mangia il pesce, su questo non c’erano dubbi. Si mangia soprattutto il salmone, che costa molto meno che in Italia (ca va sans dire). Il Gravlax è salmone marinato con sale, zucchero e aneto. Noi lo abbiamo mangiato gratinato al forno su un letto di patate e salsa allo yogurt. A parte la salsa, che a me proprio non piace, il resto era squisito.
  3. Le aringhe! Il piatto tipico per eccellenze a Stoccolma e in generale il Svezia sono le aringhe! Anche queste vengono cucinate e preparate in mille modi diversi. Ma la vera tipicità sono le aringhe fermentate, Surstromming. Consigliate solo per i palati forti! Queste aringhe fermentate per circa due mesi e poi inscatolate, vanno aperte e mangiate all’aperto perché sprigionano un odore davvero orribile. Vengono mangiate sul pane, insieme a patate lesse e cipolle, e annaffiate con tanto alcool! A Stoccolma c’è un detto: la prima volta sono immangiabili, la seconda sopportabili, dalla terza non ne puoi più fare a meno. Inutile dire che noi non ci siamo arrivati alla terza!
  4. Kanelbullar – è un dolce tipico fatto con cannella e cardamomo. Si tratta di pasta frolla fatta con farina, uova, burro, zucchero, latte e cardamomo, arrotolati e con dentro un ripieno di cannella e zucchero. I dolci sono il vero piatto forte della Svezia, per questo si trovano in quasi tutti i café di Stoccolma.dolci tipici di stoccolma
  5. Piatti tipici di ogni parte del mondo! A Stoccolma troverete tantissimi ristoranti tipici provenienti da varie parti del mondo: italiano, francese, pub inglesi o irlandesi, cinesi, indiani ecc ecc. Se siete i tipici italiani che proprio non potete fare a meno dei carboidrati vi consigliamo di mangiare al ristorante che c’è vicino il Vasa Museum, dove abbiamo assaggiato delle ottime tagliatelle agli scampi. Mentre se vi va di assaggiare anche altre cucine, andate nei pub irlandesi e mangiate l’agnello cucinato con la Guinness, ne vale davvero la pena.

Quanto costa mangiare a Stoccolma?

Come sapete a Stoccolma e in tutta la Svezia non c’è l’Euro ma la Krona svedese. 10 k = 1 €.

In generale la vita è abbastanza costosa e di conseguenza anche mangiare a Stoccolma è un po’ caro. Io consiglio di fare un solo pasto completo e al ristorante, anche per assaggiare tutti i piatti di cui vi ho parlato prima. Noi di solito lo facciamo per la cena, mentre a pranzo ci accontentiamo di street food o pranzi veloci.

In generale in un ristorante di fascia media si spendono circa 25 – 30 € a persona. Se chiedete l’acqua naturale vi daranno l’acqua del rubinetto ed è gratuita. Mentre una birra costa circa 6 €.

Se andate d’estate nei parchi svedesi va molto di moda fare dei pic nic. In tutti i supermercati di Stoccolma potete trovare tutto l’occorrente per un pic nic coi fiocchi nel reparto gastronomia. In alternativa anche alcuni bar in zona offrono panini, hot dog e salse. Noi l’abbiamo fatto all’interno del parco museo di Skansen.

A proposito di hot dog, sappiate che sono i re indiscussi dello street food di Stoccolma. In giro per le strade di Stoccolma troverete tantissimi camioncini che offrono hot dog: la versione base si chiama grillad korv med brov (wurstel grigliato con pane), ma si può chiedere anche la versione kokt, cioè in cui il wurstel è lessato e non grigliato. Esistono poi le versioni speciali del korv, ad esempio avvolto nel pane azimo, oppure servito con insalata di gamberi o purè di patate.

Un altro modo per mangiare bene e risparmiare a Stoccolma è il dagens ratt, un menù speciale servito di solito a pranzo. Costa tra le 85 e le 125 Krone. E’ un menù a prazzo fisso, servito tra le 11 e le 14, dal lunedì al venedì. Di solito comprende: un piatto caldo, dell’insalata, una bibita, pane e caffè.

Per quanto riguarda l’utilizzo dei soldi, io consiglio di non cambiare le monete ma di pagare con carte di credito, bancomat o carte prepagate. In ogni locale, anche nei camioncini dello street food è possibile pagare con le carte e quindi non conviene proprio cambiare o prelevare i soldi. Informatevi sempre prima dalla vostra banca se le vostre carte sono accettate anche all’estero e se ci sono tasse da pagare.

Cosa mangiare a Natale a Stoccolma?

Se vi capiterà di passare le vacanze di Natale a Stoccolma, in molti ristoranti troverete lo Julbord, una versione particolarmente ghiotta e ricca del già famoso buffet svedese. Oltre alle solite delizie, come salmone, aringhe, polpette, costolette, ci sono anche delle chiecche di stagione, tipiche dei piatti natalizi di Stoccolma, come la Janssons frestelse, una casseruola di patate con panna, cipolle e acciughe.

Cosa mangiare a Pasqua a Stoccolma?

Noi invece siamo stati nel periodo di Pasqua e la tavola imbandita in quei giorni prevedeva ovviamente tante uova. Le uova vengono sempre dipinte e decorate e poi messe a tavola. Di solito le preparano sode. Mentre non esistono le uova di cioccolato, come quelle italiane, piuttosto è possibile trovare delle uova di cartone, sempre dipinte, e riempite di cioccolatini e caramelle.pasqua a stoccolma

Il pranzo di Pasqua è molto simile a quello di natale, con l’aggiunta di carne come agnello e ovviamente le uova sode.

Dove mangiare italiano a Stoccolma

In molti quando vanno all’estero non amano assaggiare la cucina tipica o comunque dopo un po’ sentono il bisogno di carboidrati e vanno alla ricerca della cucina italiana. Spesso si rimane delusi, perché bisogna ammettere che cucinare all’italiana non è facile. A Stoccolma noi siamo stati fortunati perché abbiamo trovato un locale, prettamente turistico, che però ha all’interno cuochi italiani e abbiamo mangiato un ottimo piatto di spaghetti e una buona pizza. Si tratta del Vasamuseets Restaurang (Vasa Museum Restaurant), ed è proprio vicino all’ingresso del Vasa Museum. E’ un ristorante self service, con piatti tipici della cucina svedese ma anche internazionale. Ovviamente la cucina italiana è molto presente e come dicevo prima anche molto buona. Se proprio non sapete stare senza un piatto di pasta o senza la pizza, io vi consiglio di mangiare qui!

Per i vegetariani: nei menù dei ristoranti di Stoccolma figura quasi sempre almeno un’opzione vegetariana. In generale gli svedesi sono molto accoglienti e ci tengono al cliente, quindi chiedete e vedrete che faranno in modo di accontentarvi.

Come avrete capito, in Svezia non si muore di fame e a Stoccolma ancora meno. La capitale svedese infatti prende molto sul serio la ristorazione, tanto da vantare ben 11 stelle Michelin. Quindi se siete amanti della buona cucina, a Stoccolma non rimarrete delusi, piuttosto con l’acquolina in bocca.

Roberta
Calabrese di nascita, emiliana di adozione. Se si potessero studiare i miei geni si troverebbe qualcosa di legato ai viaggi. Per anni viaggiare era un modo per evadere da una vita che mi stava stretta: "a chi mi domanda la ragione dei miei viaggi rispondo che so bene quel che fuggo ma non quel che cerco." Adesso viaggio perché ho un continuo bisogno di scoprire, esplorare, conoscere, assaggiare. Amo viaggiare e scrivere, e poi di nuovo viaggiare e scrivere, senza sosta. Benvenuti nel mio piccolo mondo di viaggi, esperienza e vita!

Related Stories

Discover

15 cose da fare gratis a Edimburgo

Edimburgo è la città europea che amo di più. E' bastato fare...

Cosa mettere nella valigia di un cane viaggiatore

Biagio, da vagabondo quale è, ha la sua valigia di cane viaggiatore! Proprio come...

Cosa vedere in Emilia Romagna: 25 luoghi da non...

Ci sono luoghi che troppo spesso diamo per scontato e che invece...

25 citazioni di viaggio: le frasi sui viaggi più...

Amo tantissimo gli aforismi di viaggio, quelle citazioni che rappresentano l'amore per...

Spiagge per cani in Italia: le 25 migliori d’Italia

Sono di nuovo qua per raccontarvi di vacanze con il cane e...

Cosa vedere a Reggio Emilia (con il cane e...

Finalmente mi sono decisa a scrivere della mia città, della città in cui vivo...

Popular Categories

Comments

  1. Prima o poi visiterò anche io i paesi scandinavi!
    Per quanto riguarda il cibo, credo che l’unica cosa che conosco sono i Kottbullar ma semplicemente perché li mangiavo sempre all’IKEA! 🙂

    Grazie per questo tour culinario … aspetto altri resoconti di Stoccolma: ti ho seguito su FB ma ora aspetto i tuoi post!

    • Difficilmente parlo di piatti tipici all’estero ma in questo caso meeitava proprio un post, perché davvero abbiamo mangiato benissimo. Presto nuovi post.

    • Le aringhe le fanno in mille modi, anche gratinate che sono un po’ meglio. Quelle di cui parlo sono davvero immangiabili ma con tutte le altre cose super buone che ci sono direi che possiamo farne a meno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.