Italia Calabria Cascate del Marmarico: le più alte della Calabria

Cascate del Marmarico: le più alte della Calabria

Siamo ancora una volta nella mia Calabria e oggi vi porto a scoprire le cascate più alte della regione e di tutto l’Appennino Meridionale: le Cascate del Marmarico.

Le Cascate del Marmarico si trovano all’interno del Parco Regionale delle Serre e infatti, anche se fanno parte del comune di Bivongi ed è da qui che la maggior parte dei turisti le raggiungono, noi serresi siamo abituati a partire da Ferdinandea e raggiungere le Cascate del Marmarico a piedi, in un lungo percorso di trekking che dura l’intera giornata.

Trekking alle Cascate del Marmarico

Il fiume Stilaro affronta il vallone Folea con una serie di salti d’acqua e si precipita a valle formando la spettacolari cascate del Marmarico. La cascata, alta ben 114 metri, è formata da tre salti in successione, e termina in un laghetto dove in estate è possibile fare il bagno nelle acque tanto limpide quanto gelide.

Fiume Stilaro - Cascate del Marmarico

Il nome Marmarico deriva dalla parola dialettale “marmaricu” che vuol dire lento e pesante; è infatti questa la sensazione che lasciano queste acqua che sembrano quasi immobili nonostante il grande salto.

Come arrivare alla Cascate del Marmarico

Come vi dicevo, noi serresi affrontiamo il sentiero in mezzo ai boschi partendo da Ferdinandea. Ma non è sicuramente il modo migliore per raggiungere le cascate del Marmarico e soprattutto è impossibile farlo senza una guida o qualcuno che conosca la montagna (come si dice da noi…). Il modo migliore per raggiungere le Cascate del Marmarico è partendo dal paese di Bivongi, in provincia di Reggio Calabria. Da qui è possibile sia arrivarci a piedi, seguendo un percorso segnato, sia con le jeep che partono dal paese e arrivano quasi fin sotto alle cascate.

Trekking per le Cascate del Marmarico

Il percorso di trekking (che io consiglio) parte dal piazzale del ristorante La Vecchia Miniera. Da qui si percorre il lungofiume, dove è possibile vedere il mulino “do furnu“, detto così perché qui oltre al mulino era presente anche un forno per la fusione dei metalli.

Al bivio per il parco Green si svolta leggermente a sinistra e si comincia a salire sulla strada che prima è asfaltata, ma ben presto si dimostra abbastanza dissestata. Arrivati al bivio per i Bagni di Guida, senza svoltare, si prende ancora ancora la salita e si continua sulla fino ad arrivare a nei piani di Droma. Sempre salendo si arriva poi fino al ponte in cemento dell’acquedotto, poi da qui si attraversa il fiume su un ponte e già si sente lo scroscio dell’acqua che prepara lo spettatore allo spettacolo. Da qui, girando l’angolo ci si trova ai piedi della cascata, vicino al laghetto dove è possibile fare il bagno.

Laghetto cascate de marmarico

Info pratiche

  • Lunghezza: 6 km circa
  • Durata: 3 ore
  • Difficoltà: E (escursionistaica)
  • Presenza di acqua: Sì
  • Segnaletica: scarsa

Chi non soffre di vertigini può tranquillamente arrivare fino in alto, al terzo salto della cascata, da cui godere di una splendida vista panoramica.

Panorama dalle cascate del marmarico

Quando andare alle Cascate del Marmarico

Come sempre, quando si tratta di spettacoli della natura, lo scenario dipende dal periodo e dalla stagione.

In inverno è impossibile raggiungere le Cascate, perché bisognerebbe attraversare un fiume che in invero raggiunge spesso la piena. In estate l’acqua è scarsa ed è più facile raggiungere le Cascate, ed è anche il periodo in cui vengono organizzate più spesso le giornate di trekking. In estate ci sono moltissimi visitatori, le Cascate del Marcarico infatti sono tra le cascate più visitate del sud Italia.

Il periodo più bello è probabilmente la primavera, quando il flusso di acqua ha ancora una buona portata e la natura inizia a risvegliarsi regalando profumi e colori.

Cascate del Marmarico - Calabria

Ogni anno, l’ultima domenica di luglio, l’Associazione MedAmbiente Stilaro, organizza il Marmarico Day, una passeggiata ecologica lungo la strada sterrata fino alla cascata, aperta a tutti.

Cosa vedere nei dintorni

Siamo nel Parco Regionale delle Serre, quindi il mio consiglio è sicuramente quello di fermarvi a Serra San Bruno, la mia città! Da qui poi potrete raggiungere altri luoghi dell’entroterra calabrese che meritano sicuramente di essere scoperti:

  • Museo delle Reali Ferriere di Mongiana;
  • la Ferdinandea, insediamento borbonico importante polo siderurgico del regno;
  • i Megaliti di Nardodipace

Mentre se volete rimanere nella zona di Bivongi, sicuramente merita una visita il borgo di Stilo e la sua Cattolica.

Il sentiero del Brigante

Per gli amanti del trekking, non pensate di aver finito qua! Dal borgo di Bivongi, parte anche una variante del Sentiero del Brigante, uno dei sentieri più belli della Calabria e d’Italia.

Sentiero del Brigante - Calabria

Il Sentiero del Brigante è un sentiero escursionistico che parte da Gambarie , in Aspromonte e termina a Stilo, Pazzano e Serra San Bruno. E’ suddiviso in 9 tappe; è stato creato dal GEA (Gruppo Escursionisti d’Aspromonte) nel 1989 e completato l’anno successivo.

Il nome nasce dal fatto che fu una strada percorsa in passato da numerosi briganti tra cui: Nino Martino, Giuseppe Musolino e Giuseppe Pronestì, il brigante Sonnino.

Il sentiero del Brigante è un itinerario tematico di lunga percorrenza, tanto che si può percorrere anche in 9 giorni con 5 ore di cammino al giorno.

La nona tappa, dalla Ferdinandea a Bivongi, Pazzano e Stilo, passa prima per Vertice 11, seguendo la condotta dell’ex centrale idroelettrica del Marmarico, dopo di che segue il percorso dell’ardita condotta forzata, fino a raggiungere la centrale, oltre 600 metri più in basso. Dal sentiero si ha una vista panoramica sulla cascata del Marmarico.

Diga cascate del marmarico

Come dico spesso, la Calabria non è solo mare e anzi l’entroterra regala paesaggio, natura, borghi e storia che andrebbero sponsorizzati di più a chi in Calabria ci passa anche solo per un’estate. La Cascata del Marmarico è solo uno dei tanti luoghi meravigliosi che abbiamo in questa regione!

Separatore blog

Se stai organizzando un viaggio in Calabria, ecco alcuni post che potrebbero esserti utili:

Roberta
Calabrese di nascita, emiliana di adozione. Se si potessero studiare i miei geni si troverebbe qualcosa di legato ai viaggi. Per anni viaggiare era un modo per evadere da una vita che mi stava stretta: "a chi mi domanda la ragione dei miei viaggi rispondo che so bene quel che fuggo ma non quel che cerco." Adesso viaggio perché ho un continuo bisogno di scoprire, esplorare, conoscere, assaggiare. Amo viaggiare e scrivere, e poi di nuovo viaggiare e scrivere, senza sosta. Benvenuti nel mio piccolo mondo di viaggi, esperienza e vita!

Related Stories

Discover

Visitare Dozza: il borgo dipinto dell’Emilia Romagna

Dozza è uno dei borghi più belli dell'Emilia Romagna e di tutta...

Un sipario sull’Italia… “Prima di morire”

Scrivere recensioni non è una cosa che so fare, anche se...

25 Siti UNESCO in Europa da non perdere

Prima di partire per un qualsiasi viaggio c'è una cosa che faccio...

Dove vedere i pinguini in Sudafrica: Boulders Beach a...

Simon's Town è una città del Sudafrica, situata sulla costa di False...

Cosa vedere a Cape Town in Sudafrica

Già in un post precedente vi avevo raccontato del mio amore a...

Cosa vedere a Serra San Bruno: la mia città

Chi mi segue sa che ho lanciato un progetto di guest post a cui...

Popular Categories

Comments

  1. Non ti dico da quanti anni ho in programma di visitare queste cascate! Ogni anno sembra quelle buono; poi il mare prevale su tutto e abbandonare quelle acque cristalline anche per un solo giorno sembra un affronto. Ma quest’anno sarà la volta giusta 🙂

    • Io ci andavo sempre da ragazza ma partendo da Serra San Bruno. Praticamente partivamo al mattino e rientravamo la sera… una giornata intera e poi avevamo bisogno di altre 2 per riprenderci!
      Cmq meritano davvero!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.