Travel Italia 25 cose da fare in Italia almeno una volta nella vita

25 cose da fare in Italia almeno una volta nella vita

In questi giorni di blocco, in cui tutto è fermo ed è difficile anche solo pensare ai viaggi, in molti si sono dati una mission per quando tutto sarà tornato alla “normalità”: RIPARTIAMO DALL’ITALIA. Ripartire dall’Italia vuol dire andare alla scoperta del nostro paese, dei capolavori che abbiamo e che tante volte diamo per scontato.

Noi in realtà non abbiamo mai smesso di visitare la nostra bell’Italia, di scoprire anche gli angoli dietro casa. Viaggiare non vuol dire per forza andare dall’altra parte del Mondo, viaggiare vuol dire scoprire e arricchirsi di ciò che si è scoperto.

Ed ecco che pensando a questo “RIPARTIAMO DALL’ITALIA” mi sono chiesta:

Quali sono le 25 cose da fare in Italia almeno una volta nella vita?

1. Passeggiare a Firenze

Ho espresso più volte il mio amore per la città di Firenze che per me è la città italiana più bella. Chi va per la prima volta a Firenze, secondo me, deve prima di tutto passeggiare. Passeggiare fra le sue vie strette, fra Piazza della Signoria e Piazza del Duomo, passeggiare lungo l’Arno, passeggiare su Ponte Vecchio, passeggiare tra le meraviglie naturali e non solo del Giardino di Boboli.

2. Salire sul Duomo di Milano

Per ammirare al meglio la città di Milano dovete assolutamente salire sulle terrazze del Duomo e guardarla dall’alto, proprio come fa la Madonnina che guarda e protegge la sua città e i suoi abitanti. Quassù tutto assume una visuale diversa, Milano appare diversa. Qui sopra, così vicini al Sole e così lontani dalla confusione della città, ci si sente davvero a posto con il Mondo, o almeno io mi sono sentita così!

3. Vedere la Lavanda in Calabria

Sono calabrese, ho vissuto in Calabria per i miei primi 23 anni e ci torno almeno due volte all’anno, eppure non sapevo che proprio nella mia terra ci fosse uno spettacolo come questo: la fioritura della Lavanda. L’ho scoperto grazie al post di Jamaluca e mi sono resa conto che questa è una delle cose assolutamente da fare appena sarà possibile. Guardate questa foto, leggete il post e ripartiamo anche alla scoperta di un parco come questo!

Foto di Jamaluca

4. Vedere i cetacei nel Golfo di Genova

Quando penso a Genova di solito mi vengono in mente l’acquario e De Andrè. In realtà tempo fa ho scoperto che proprio nel Golfo di Genova si può fare una bellissima esperienza di Whale Watching, cioè una crociera che parte dal Porto Antico di Genova e va alla ricerca delle balene. Sì avete capito bene, proprio le balene! Nell’area marina compresa tra Sardegna, Toscana, Liguria, Principato di Monaco e Francia ci sono ben 8 specie diverse di cetacei. Insieme ai turisti ci sarà un biologo marino che farà scoprire i diversi animali e fornirà informazioni scientifiche e curiosità. Inutile dire che io non vedo l’ora che il mio piccolino cresca un po’ per partire alla scoperta delle balene a Genova!

5. Lanciare una monetina nella Fontana di Trevi

Lo sanno tutti, chi passa da Roma deve assolutamente andare alla Fontana di Trevi e lanciare una monetina per essere sicuri che ci tornerà. Perché ammettiamolo, non si può andare a Roma una sola volta… impossibile! La città eterna ha talmente tanto da vedere che non basterebbe una vita, figuriamoci un solo viaggio. Proprio per questo motivo noi ne abbiamo approfittato anche solo per 24 ore, sì proprio 24 ore e ovviamente abbiamo lanciato la monetina, così siamo sicuri di tornarci!

6. Andare in Gondola a Venezia

Venezia è una delle città più visitate del mondo. Tutti ce la invidiano e chiunque arrivi a Venezia per la Prima volta ne rimane affascinato. Caratteristica di Venezia, oltre ovviamente al fatto che è interamente costruita nell’acqua, sono le Gondole. Le imbarcazioni tipiche della laguna che un tempo venivano usate semplicemente per spostarsi in città e oggi sono usate dai turisti per ammirare Venezia dal mare.

7. Cercare di raddrizzare la Torre di Pisa

Pisa e precisamente Piazza dei Miracoli è un luogo assolutamente imperdibile per chi vive e viene in Italia. Tre magnifici monumenti tutti insieme in un’unica splendida piazza. La Torre di Pisa è conosciuta in tutti il mondo per la sua pendenza caratteristica e il 90% dei turisti arriva qui anche solo per scattare la tipica foto in cui si cerca di raddrizzare la torre. Non vi va di fare questo genere di foto? Va benissimo, ma non ditemi che questo luogo non è da visitare almeno una volta nella vita!

8. Sentirsi “A un passo dal Cielo” sul Lago di Braies

Questo è davvero un piccolo paradiso in terra. Nascosto dalle Dolomiti, il Lago di Braies lascia a bocca aperta per la bellezza dei colori delle sue acque, colori che cambiano in base alle stagioni. Noi ci siamo stati in pieno autunno, forse la stagione meno battuta, eppure ci siamo innamorati degli alberi con le foglie arancioni, delle acque verdi e blu, delle montagne tutto intorno quasi come fossero una protezione.

9. Fare il volo dell’angelo in Basilicata

Oltre a Matera, che è un gioiello Patrimonio Unesco finalmente rivalutato, in Basilicata c’è una bellissima esperienza da fare almeno una volta nella vita: il volo dell’angelo tra i comuni di Castelmezzano e Pietrapertosa. Immersi nell’incanto delle Dolomiti Lucane, questa esperienza vi lascerà senza fiato. Si può fare anche in coppia, per i più romantici!

10. Mangiare panelle, arancini, cannoli e granite a Palermo

Palermo, la perla barocca della Sicilia, è una città davvero stupenda e assolutamente da visitare. Ma in questa lista ho voluto dare un posto in primo piano alla sua tradizione culinaria: non c’è un luogo dove ho mangiato tanto come a Palermo! Si inizia dai fritti, che si trovano per le strade e nei mercati della città: panelle, arancine e panino con la meusa, per iniziare. Poi si passa al primo: pasta alla norma e pasta con le sarde. SI continua con caponata, sarde a beccafito, polpo bollito… e infine, il gran finale: cannoli e granite! Solo a parlarne sono ingrassata un paio di chili!

11. Andare al Museo del Cinema di Torino

Quando si parla di Torino la maggior parte pensa al famosissimo Museo Egizio, io invece vi parlo del bellissimo Museo del Cinema che è custodito all’interno della Mole Antonelliana. La Mole è il simbolo della città e in tantissimi camminano per le strade di Torino fino a raggiungerla per fotografarla, ma in quanti decidono di scoprire il suo interno? Io vi consiglio di farlo perché il Museo del Cinema di Torino merita assolutamente una visita. Perfetta anche per chi viaggia con i bambini visto che è molto tecnologico e interattivo. E poi su per l’ascensore panoramico per ammirare tutta la città dall’alto!

12. Dormire in un Trullo

Alberobello è un altro bellissimo luogo che abbiamo solo noi in Italia e di cui dobbiamo essere fieri. Molti arrivano in paese con gita di un giorno, ma io penso che la sera il bianco dei Trulli, le stradine strette e le luci soffuse regalino alla città ancora più fascino. Poi se avete anche la possibilità di dormire in un trullo, beh direi che potete spuntare la lista e andare avanti!

13. Visitare la Reggia di Caserta

La Reggia di Caserta da sempre rivaleggia con la splendida Versailles. C’è chi dice che è più bella, chi dice di no, in ogni caso io penso che bisogna andarci almeno una volta nella vita. Intanto la reggia e il parco tutto intorno sono inseriti tra i siti Partimonio UNESCO, e poi è davvero un luogo ricco di storia, arte e bellezza. Il Parco e la Grande Cascata, poi, sono un vero spettacolo di grande impatto scenografico. Io ci sono stata da ragazza, insieme ai miei genitori, e ho un bel ricordo… ma credo che ci tornerò!

14. Fare il bagno nelle acque cristalline della Sardegna

Ammettiamolo, in Italia abbiamo tanti luoghi con un bellissimo mare. Io sono abituata al mare calabrese e ammetto che in questi anni di viaggi mare paragonabile al mio l’ho trovato poche volte (giusto alle Mauritius), ma non sono mai stata in Sardegna e questa è una grande mancanza lo so. Ho visto foto e video di spiagge caraibiche come quella de La Pelosa a Stintino o fondali con tutte le sfaccettature di blu e azzurro esistenti come a Cala Spinosa e mi è bastato questo per capire che prima o poi dovrò andare in Sardegna e fare il bagno nelle sue acque! Probabilmente anche qui un viaggio non basta ma dopotutto… il tempo ce lo abbiamo no?

15. Vedere la Piana di Castelluccio durante la fioritura delle lenticchie

Questo è un sogno che porto nel cuore da un po’. Era il 2011 quando ho conosciuto mio marito e qualche mese dopo avevo comprato tutto il kit per partire in moto con lui. Dal primo giorno mi ha sempre detto “Devo portarti a vedere la Piana di Castelluccio durante la fioritura delle lenticchie, è davvero uno spettacolo”. Purtroppo non lo abbiamo mai fatto… la moto ci ha portato sulle Dolomiti, tra i colli senesi e su e giù per il nostro appennino. Poi la moto è andata e noi abbiamo cambiato modo di viaggiare, ma sulla Piana di Castelluccio non ci siamo mai andati. Perché? Forse perché è un viaggio che vorremmo fare in moto (un domani chissà), in ogni caso credo che mio marito abbia ragione… è un vero spettacolo da vedere almeno una volta nella vita.

16. Andare alle Cascate delle Marmore

L’Umbria ha mille luoghi da scoprire, è difficile sceglierne alcuni e non altri. Molti la conoscono soprattutto per i luoghi legati a San Francesco d’Assisi, ma io ammetto che amo questa regione soprattutto per la sua natura. Le Cascate delle Marmore sono un miscuglio perfetto tra natura e ingegno dell’uomo:con il suo dislivello complessivo di 165 metri, è una delle più alte d’Europa. Visto che è una cascata artificiale, è importante sapere che viene attivata ad orari, quindo la visita va organizzata per tempo. Ma la vera bellezza è tutto il percorso da fare, sempre accompagnati dal rumore dell’acqua che cade e dal profumo dell’erba bagnata. E poi gli arcobaleni che si creano nelle goccioline di acqua lasciate nell’aria… davvero uno spettacolo imperdibile!

17. Partecipare al Carnevale di Venezia

Venezia è l’unica città ad avere una doppia tessera in questa Tombola sulle 25 cose da fare in Italia almeno una volta nella vita. Ma scusate, potevo non citare un evento come il Carnevale di Venezia? Dopo il Carnevale di Rio credo sia il più conosciuto al mondo. Arrivano da ogni parte del Mondo per rimanere folgorati dall’eleganza dei vestiti e delle maschere. Io non ci sono mai stata, un po’ perché è molto costoso, un po’ perché è una di quelle cose che dai per scontate… sai che c’è da sempre e sempre ci sarà e pensi che prima o poi riuscirai ad andarci. Quest’anno per la prima volta è stato sospeso a causa del Covid 19 e in quel momento mi sono accorta che non bisogna mai dare per scontato le cose, anche e soprattutto le tradizioni. Quindi inserisco il Carnevale di Venezia nella mia tombola e spero di coprire presto la casella.

18. Attraversale la Spaccanapoli

Si dice “Vedi Napoli e poi muori” e in effetti è il modo migliore per dire che Napoli va vista almeno una volta nella vita, poi si può anche morire! Spaccanapoli è la strada che va dai Quartieri Spagnoli fino al quartiere di Forcella e taglia in linea retta la città di Napoli, da questo il nome. Camminare lungo questa via vi dà la sensazione di attraversare il cuore pulsante della città di Napoli, la sua anima. Qui troverete palazzi antichi e chiese, ma anche le leggende della città e gli inconfondibili odori della cucina napoletana.

19. Passeggiare sotto i portici a Bologna

I portici di Bologna sono stati candidati tra i Siti Patrimonio UNESCO. A Bologna potrete passeggiare per ben 40 km sempre coperti da questi splendidi portici e questo rende la città di Bologna unica al mondo. Passeggiando per la città, si possono percorrere varie tipologie di portici. Da quelli in legno, come i portici di via Marsala, fino ai trecenteschi “beccadelli”, semi-portici senza colonna del Palazzo Ghisilardi-Fava. In città si possono fare anche dei tour alla scoperta dei portici più antichi e belli.

20. Vedere la “sciara del fuoco” da Tropea

Torniamo in Calabria e precisamente in uno dei paesi più belli e caratteristici: Tropea. La bellezza di questo luogo, oltre al mare cristallino, alle vie intricate del centro storico, alla chiesa sull’Isola che si butta nel mare, sono anche i tramonti con come sfondo Stromboli. Partendo da Tropea è possibile fare delle escursioni per scoprire non solo Stromboli ma tutte le Isole Eolie e vedere la famosissima e spettacolare “sciara del fuoco”:un ripido pendio formato da lava, lapilli e scorie incandescenti che dal cratere (750 metri) scende fino al mare.

21. Andare sulle Dolomiti

Dal mare alla montagna, dalla Calabria fino alla parte più nord d’Italia: le Dolomiti sono il mio luogo montano preferito. Ho avuto la fortuna di vedere queste grandi montagne per la prima volta durante un tour in moto e me ne sono innamorata. Impossibile non tornarci ogni volta che è possibile: fare trekking tra le montagne, mangiare nei rifugi, scoprire i tanti paesini che sorgono ai piedi di questi giganti e rilassarsi, perché qui su si vive su un altro pianeta, lontano da qualsiasi stress.

22. Partecipare al Festival degli aquiloni a Cervia

Ogni anno tra aprile e maggio, sulle spiagge di Cervia si tiene un bellissimo evento: il Festival Internazionale degli aquiloni. Un bel modo per passare la giornata al mare, con tutta la famiglia e gli amici e immergersi tra i colori e la magia degli aquiloni. Il programma del festival è sempre stato ricco di esibizioni, coreografie e combattimenti fra gli aquiloni, da lasciare a bocca aperta. Quest’anno (2020) a causa dell’emergenza Coronavirus il 40° Festival Internazionale degli Aquiloni è stato rimandato dal 25 settembre al 4 ottobre, ma ancora non si ha nessuna certezza.

23. Camminare tra gli scavi di Pompei

Visitare gli scavi archeologici di Pompei sono un vero e proprio tuffo nel passato. L’eruzione del Vesuvio del 24 agosto del 79 d.C. provocò la distruzione di Pompei e di una vastissima area dell’attuale zona vesuviana, come le città di Ercolano, Stabia e Oplonti. La città fu sepolta da uno spesso strato di ceneri e lapilli, ma tutto questo ha da un lato distrutto un’inter città e ucciso tutti i suoi abitanti, dall’altro ha conservato intatto quel momento. Vi basterà fare una passeggiata fra i resti coperti di cenere per accorgervi che lì è ancora tutto fermo al quel 24 agosto del 79 d. C. ed è davvero impressionante.

24. Fare una crociera alle Isole Tremiti

Le Tremiti costituiscono una riserva naturale marina che fa parte del Parco nazionale del Gargano. Offrono una ricca vegetazione e soprattutto un mare incontaminato e ricco di fauna, ideale per le immersioni. I paesi arroccati su queste isole, poi, assomigliano molto ai paesini delle isole greche eppure siamo sempre in Italia. Le crociere per raggiungere questo arcipelago di 5 isole, partono da Termoli in Molise, ma anche da Vieste e da altre località del Gargano. Potete scegliere di fare una crociera di un giorno oppure fermarvi qui a passare qualche giornata tra mare e natura.

25. Entrare nella Grotta Azzurra a Capri

Finiamo in bellezza questa lista delle 25 cose da fare in Italia con la splendida Capri e precisamente con un escursione all’interno della Grotta Azzurra. Sicuramente l’Isola di Capri va vista almeno una volta nella vita ma io non mi accontenterei visto che proprio tra i faraglioni e le scogliere c’è un gioiello come la Grotta Azzurra. La colorazione azzurra si deve alla luce del sole che entra attraverso una finestra sottomarina sotto il varco d’ingresso filtrata dall’acqua cristallina. I riflessi argentei degli oggetti immersi invece, sono dovuti alle bolle d’aria che aderiscono alla superficie esterna, regalando un atmosfera davvero fantastica.

Prima di scrivere questo post ho preso carta e penna ed ho iniziato a scrivere questa lista di cose da fare in Italia almeno una volta nella vita. Carta e penna mi aiutano da sempre a mettere in ordine le idee e quindi mi accompagnano spesso, ma questa volta devo dire che sono state fondamentali. Ho deciso di sceglierne SOLO 25 ed è stato davvero difficile. E’ inutile dire che il nostro Paese, l’Italia, ha tantissimo da offrire e sono d’accordo con chi dice che è ora di iniziare a scoprire e soprattutto promuovere le nostre bellezze. In questa lista ho cercato di inserire un giusto mix tra città d’arte, opere d’arte, bellezze naturali, mare, montagne, cibo e tradizioni. Ci sarebbe ancora tantissimo da scrivere, basti pensare ai 55 siti Patrimonio UNESCO, solo l’Italia ha un numero così elevato, o ai borghi più belli d’Italia che finalmente da qualche anno stiamo riscoprendo.

Forse tutta questa emergenza ci aiuterà a prendere coscienza del luogo in cui viviamo, il luogo che oggi purtroppo non possiamo vedere e toccare ma che è sempre lì, pronto ad accoglierci di nuovo a braccia aperte come ha sempre fatto.

Oltre a questo post, sul mio profilo Instagram e sulla pagina Facebook farò partire una challenge, o una tombola come mi piace chiamarla, in cui indicherò quali sono i luoghi che ho già visitato. Vi lascio qui sotto la grafica, vi basterà salvarla sul vostro dispositivo, colorare i cuoricini dei luoghi che avete già visitato e condividerla sui vostri social magari taggando @vieniviadiqui e inserendo #top25italia.

25 cose da fare in italia
Grafica da usare per le Storie di Instagram!

Sono davvero curiosa di scoprire quanti luoghi avete collezionato, magari c’è qualcuno che ha già fatto tombola. In alternativa, se vi va, potete scrivere la vostra Top 25 Italia con i vostri 25 luoghi da vedere almeno una volta nella vita in Italia. Mi raccomando ricordatevi di taggare la pagina così potrò scoprirvi! A presto

Separatore blog

Se alla fine di questo post vi è venuta voglia di partire per un viaggio in Italia, ecco alcuni articolo con idee di viaggio:

Roberta
Calabrese di nascita, emiliana di adozione. Se si potessero studiare i miei geni si troverebbe qualcosa di legato ai viaggi. Per anni viaggiare era un modo per evadere da una vita che mi stava stretta: "a chi mi domanda la ragione dei miei viaggi rispondo che so bene quel che fuggo ma non quel che cerco." Adesso viaggio perché ho un continuo bisogno di scoprire, esplorare, conoscere, assaggiare. Amo viaggiare e scrivere, e poi di nuovo viaggiare e scrivere, senza sosta. Benvenuti nel mio piccolo mondo di viaggi, esperienza e vita!

Related Stories

Discover

Un sipario sull’Italia… “Prima di morire”

Scrivere recensioni non è una cosa che so fare, anche se...

25 Siti UNESCO in Europa da non perdere

Prima di partire per un qualsiasi viaggio c'è una cosa che faccio...

Dove vedere i pinguini in Sudafrica: Boulders Beach a...

Simon's Town è una città del Sudafrica, situata sulla costa di False...

Cosa vedere a Cape Town in Sudafrica

Già in un post precedente vi avevo raccontato del mio amore a...

Cosa vedere a Serra San Bruno: la mia città

Chi mi segue sa che ho lanciato un progetto di guest post a cui...

Cosa vedere a Vieste: la perla del Gargano

Essendo i miei nonni di Foggia, il Gargano è sempre apparso nei...

Popular Categories

Comments

  1. Pensavo di esser messa male ma della tua lista, un po’ di cose le ho fatte! Mi piacerebbe aggiungere la fiortura della Piana di Castelluccio, partecipare al Festival degli Aquiloni e passeggiare beatamente tra le rovine di Pompei per non uscirne più.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.