Category Archives: TRAVEL

UNA GIORNATA A BERGAMO ALTA

Per la prima volta Vieni Via di Qui ha partecipato ad un blog tour e abbiamo avuto la grande fortuna di partecipare ad un tour della città di Bergamo Alta

Per me era la prima volta, nonostante ne avessi sentito parlar bene molte volte… eppure non c’era stata occasione, ma c’è una cosa che amo dei viaggi: che i posti non si spostano da lì, quindi si può sempre tornare. 

Ma veniamo a noi e partiamo con il nostro tour di Bergamo Alta. Non ripercorrerò esattamente gli stessi passi del nostro tour ma vi dirò come l’avrei fatto io. 

Intanto una comunicazione di servizio: se arrivate in macchina, sappiate che parcheggiare a Bergamo Alta è impossibile, quindi dovrete parcheggiare a Bergamo Bassa e poi prendere la funicolare, costruita nel 1887 oggi percorre un dislivello di 85 metri in 2 minuti. Al Caffè della Funicolare, il bar che c’è proprio all’interno potrete sorseggiare un cappuccino o fare un aperitivo godendo di una splendida vista su Bergamo Bassa, i due borghi e, nelle giornate particolarmente limpide, anche Milano. 

Il palazzo che ora ospita la funicolare un tempo era la sede delle corporazione dei calzolai, infatti la piazza su cui si affaccia si chiama Piazza Mercato delle Scarpe. Ed è proprio da qui che parte la mia passeggiata lungo le vie di Bergamo Alta. 

Mercato delle scarpe
Mercato delle scarpe

Percorriamo la splendida Via Gombito, la via principale (via maestra) della città, in cui troverete, alla base di ogni casa, le vecchie botteghe di una volta. Molte oggi sono state trasformate in piccoli negozietti, ma mantenendo la struttura originale tanto che nessuno di questi negozi ha un’insegna luminosa, proprio per mantenere lo stile dell’epoca. A metà della via troviamo la medievale Torre del Gombito, un tempo Torre del Compitum ( cioè conto), è infatti a partire da questa torre che si iniziano a contare le vie della città, proprio come si fa oggi per le strade di New York! 

All’altezza della torre del Gombito, svoltando verso il Mercato del Fieno si raggiunge il Chiostro di San Francesco, ex Convento, oggi sede del Museo delle Storie di Bergamo, un’associazione che riunisce tutti i musei di Bergamo. Il convento è stato chiuso e sconsacrato da Napoleone. Il museo è a pagamento, mentre l’ingresso ai chiostri è libero e vale la pena entrare ed ammirare questa struttura. Alla fine dei due chiostri si arriva ad un affaccio in cui potrete avere una bella visuale sul paesaggio circostante e alcuni dei 7 colli su cui Bergamo Alta è stata costruita. 

Chiostro San Francesco
Chiostro San Francesco

La prossima tappa è la Rocca, una delle due fortezze costruita dai Visconti. Era una fortezza militare e oggi ospita il Museo Storico della città dell’800. Tutto intorno alla rocca c’è un bel parco, oggi trasformato in un memoriale dei cimeli delle due guerre mondiali.

Parco della Rocca
Parco della Rocca

Anche da qui avrete vari punti panoramici da cui ammirare tutta Bergamo Alta e alcuni degli edifici principali della città: come il Seminario di Papa Giovanni 23°, che lo ha visto prima come studente e poi come docente; la Torre del Gombito e il Campanone; il Duomo di Sant’Anselmo. 

Il Campanone è la torre più amata dai bergamaschi; ogni sera alle 10 suona circa 100 rintocchi in circa 4 min. Un tempo questi 100 rintocchi venivano suonati a mano dai campanari, personaggi illustri e molto importanti in città per una durata di circa 15 min: questi rintocchi servivano da segnale di coprifuoco, annunciavano la chiusura delle porte della città. 

Il Campanone visto dalla Rocca
Il Campanone visto dalla Rocca

Dopo la visita alla Rocca, bisogna ritornare su via Gombito, attraversarla verso via Mario Lupo fino a giungere Piazza Mercato del Pesce e il suo Fontanone, una cisterna contenente l’acqua piovana, risalente al 1342. Siamo inoltre alle spalle del Duomo, da qui è naturale raggiungere Piazza Duomo, in cui sono presenti ben 4 edifici religiosi: il Duomo, la Basilica di Santa Maria Maggiore, la cappella funebre di Bartolomeo Colleoni e il Battistero. 

Sulla storia di Colleoni e della sua cappella funebre scriverò un post a parte, mentre vi consiglio vivamente di entrare nella Basilica Santa Mari Maggiore. Questa Chiesa è stata costruita dai cittadini, dopo aver fatto voto per la fine della peste (1137 circa), per tale motivo la chiesa non è di proprietà del vescovo ma si tratta di una chiesa civica, appartenente cioè ai cittadini. L’esterno della chiesa è romanico, mentre all’interno sono presenti affreschi del 200 – 300, alcuni dei quali ricoperti da arazzi dal Cardinale Borromeo dopo il Concilio di Trento. Insomma questa basilica è un vero concentrato di arte religiosa, assolutamente da non perdere. 

Interno della Basilica di Santa Maria Maggiore
Interno della Basilica di Santa Maria Maggiore

Sul lato opposto alla basilica troviamo una grande struttura ad archi, che divide la piazza religiosa da quella politica: Piazza Vecchia, dove si trovavano i palazzi della politica. 

Qui, in una delle piazze più grandi e più conosciuta di Bergamo, finisce il mio tour. Bergamo mi è apparsa davvero ricca di storia, leggende, chicche e soprattutto arte. Vie, case, torri, chiese e palazzi, tutto così concentrato e a portata di mano. Non basta un giorno per scoprirla davvero, ma basta per innamorarsene e decidere di tornare anche una seconda e chissà magari anche una terna e una quarta volta… 

Questa la mia giornata a Bergamo, ma non vi ho ancora detto tutto di questa città, quindi aspettatevi presto dei post un po’ più “curiosi”! 

Grazie a Guide Turistiche Città Di Bergamo per averci ospitato e fatto scoprire questa splendida città. Inutile dire che la visita se accompagnata con persone competenti, simpatiche e attive è molto più bella e interessante che se fatta singolarmente. 

Viaggio in Italia in 48 ore: 5 consigli

Avete giusto due giorni e non volete sprecarli stando a casa a poltrire sul divano? Volete sfruttare ogni momento per scoprire qualcosa di nuovo e soprattutto per partire? Allora scoprite i miei 5 consigli per un viaggio in Italia in 48 ore. 

Lo so, 48 ore sono davvero poche… soprattutto se pensi che ci tocca anche dormire in queste ore. Vabbè ma se si ha bisogno di staccare, se proprio non si vuole sprecare neanche un attimo, allora si parte punto! Ma dove? Cosa si può vedere in un viaggio in Italia in 48 ore?

Allora partiamo dal fatto che 2 giorni bastano davvero per vedere poco, ma comunque ci si può fare un’idea del luogo, vedere le cose più importanti, assaporarne il clima e magari poi decidere se tornare e approfondire, oppure dire “mi basta così”. 

Continue reading Viaggio in Italia in 48 ore: 5 consigli

Disavventure ad Edimburgo

Chi di voi non ha mai avuto una disavventura in viaggio alzi la mano! Noi non possiamo farlo, perché collezioniamo avventure e disavventure, che amiamo raccontare appena rientrati dal viaggio. Anzi la maggior parte delle volte portiamo proprio dalle disavventure. Pensando a questo mi sono accorta che non ho ancora raccontato le nostre disavventure ad Edimburgo! 

Continue reading Disavventure ad Edimburgo

Itinerario Dolomiti: Val di Fassa e Lago di Braies

Con l’autunno è iniziato anche il periodo dei week end tutti alla scoperta della nostra bella Italia. Il nostro primo week end disponibile (visto che quest’anno lavoro un sabato si e uno no) decidiamo di organizzare un piccolo itinerario delle Dolomiti e scegliamo come tappe principali la Val di Fassa e il Lago di Braies. Quest’ultimo soprattutto era un mio pallino già da un po’, visto che quest’estate  è stato un vero è proprio vip di Instagram

Continue reading Itinerario Dolomiti: Val di Fassa e Lago di Braies

OPERAZIONE NOSTALGIA: Viaggio di nozze in 10 scatti

In questi giorni in casa mia è iniziata l’operazione nostalgia: 3 anni fa eravamo in viaggio di nozze e io e mio marito non perdiamo occasione per lasciarci andare ai ricordi. “Tre anni fa a quest’ora eravamo a…”, “ti ricordi quando abbiamo visto quel posto?”, “ti ricordi quanto abbiamo mangiato bene in quel ristorante?”…. E di solito io finisco il momento nostalgia dicendo: “Ma tanto presto ci torniamo!”

Continue reading OPERAZIONE NOSTALGIA: Viaggio di nozze in 10 scatti

Cosa vedere a Torino: 5 consigli.

Sono stata tre volte a Torino e credo che ci tornerò ancora. Mi è sempre apparsa come una città viva ed elegante, piena di gente eppure pulita ed ordinata. Mi piacciono le sue vie parallele, in cui è impossibile perdersi, e le Alpi che le fanno da cornice. Mi piace quando è grigia e fredda, mi piace quando è calda e assolata. Torino mi è piaciuta fin dalla prima volta e per questo ci torno sempre volentieri. Ma cosa vedere a Torino? Ovviamente dipende da quanto ci state. Io ogni volta cerco di vedere qualcosa di diverso, visto che ci vado quasi sempre in giornata e quindi devo fare delle scelte. 

Continue reading Cosa vedere a Torino: 5 consigli.

A volte basta un volo…

Come può una prenotazione di un volo emozionarmi tanto tutte le volte? Me lo sono chiesto spesso ma sta volta mi sembra che l’emozione sia ancora più forte. E’ quasi come fosse la prima volta, ma la prima volta non è. Anzi ora che ci penso, forse la prima volta che ho volato non ero così cosciente di quello che stava succedendo, non sapevo che quello sarebbe stato il primo di una lunga serie di voli. Ora però lo so, so che questo non è il primo e non sarà neanche l’ultimo eppure sono emozionata. 

Continue reading A volte basta un volo…