5 regole per viaggiare col cane

Agosto è ormai finito, ma non ancora il periodo di ferie. C’è chi ha la fortuna di poter partire per le vacanze proprio in questo periodo, quando la massa è tornata a lavoro, le spiagge sono meno affollate, nei ristoranti si trova posto senza prenotazione ed i prezzi sono nettamente più accessibili. Beh questo credo sia il periodo migliore per viaggiare anche per i nostri cuccioli pelosi. Non so i vostri cani, ma al mio non piacciono i posti affollati, proprio come ai padroni. Ovviamente qualunque sia il vostro periodo di ferie, la regola è una: #NOABBANDONO! Quindi pronti per viaggiare col cane?

Come per qualsiasi viaggio, anche in questo caso è importante seguire poche e semplici regole, che tengano in  considerazione anche i nostri cagnolini. Noi viaggiamo con Biagio ormai da 4 anni, da quando è arrivato in questa famiglia di pazzi viaggiatori. E siamo stati fortunati, perché si è subito abituato… ma questo non vuol dire che non abbiamo tenuto conto anche di lui, anzi! 

Ecco le 5 regole per viaggiare col cane:

  1. SCEGLIERE LA META. Sembra una banalità, ma la scelta della meta deve tener conto non solo dei vostri gusti e delle vostre attitudini, ma anche dei gusti e dei luoghi più adatti al vostro cane. Biagio, ad esempio, soffre molto il caldo, quindi portarlo in spiaggia, magari nelle ore più calde, sarebbe una vera tortura per lui. Stessa cosa per i luoghi affollati. Tant’è che al mare in agosto non abbiamo mai pensato di andarci, sicuramente non con lui. Se il vostro è invece un amante dell’acqua, potete scegliere il mare e portarcelo nelle prime ore del mattino o alla sera, così da potersi divertire in acqua e senza soffrire il caldo e la folla.
  2. L’ ALLOGGIO. insieme alla scelta della meta è importante pensare anche alla scelta dell’alloggio. Per fortuna, negli anni, il numero di hotel e B&B che accettano i cani è aumentato molto, anche in Italia. Io faccio sempre una ricerca su internet, oltre alle piattaforme online, come Booking, in cui è possibile inserire il filtro “animali annessi”, ci sono anche molti siti che contengono solo hotel e B&B Pet Friendly. Nel primo caso, io consiglio sempre di contattare la struttura, perché spesso si vantano di essere pet friendly e invece poi si scopre che i nostri cani possono entrare solo in determinate stanze o in determinati ambienti. In questo caso, non so voi, ma io preferisco cambiare struttura… per me Biagio o è accettato o non lo è! Se pensate di rimanere in un luogo per molti giorni io credo che la soluzione migliore per i nostri amici a 4 zampe sia un piccolo appartamento. In questo caso avreste anche la possibilità di lasciarlo a casa per qualche ora… ovviamente prendendo tutte le precauzioni del caso, in base alle caratteristiche del vostro cucciolo. 
  3. I DOCUMENTI. Una volta scelta la meta e l’alloggio, ci prepariamo al viaggio. Così come per noi, anche i cani hanno i loro documenti: il Certificato dell’anagrafe Canina, il libretto delle vaccinazioni e, se la vostra meta è in Europa (fuori dall’Italia), il Pet Passaport. Cos’è? Scopritelo nel mio post!
  4. IL BAGAGLIO. Oltre ai documenti, bisogna pensare anche alla valigia dei nostri cani viaggiatori. Biagio ha il suo zainetto, lo riconosce subito… Cosa mettere nel loro bagaglio? Intanto la pappa! Sappiamo bene che ogni cane ha il suo cibo e che cambiare la dieta di un cane può portargli qualche problema intestinale… quindi è bene non partire sprovvisti della propria pappa. Idem vale per biscottini e sfiziosità varie! Poi le medicine di cui il cagnolino potrebbe avere bisogno, noi ad esempio non partiamo mai senza enterogermina, conosciamo il nostro pollo! Nel bagaglio inoltre inserisco sempre un guinzaglio di scorta, in caso il primo si dovesse rompere. Poi due ciotole e una buona scorta di sacchetti per gli escrementi! E la valigia è fatta!
  5. IL VIAGGIO. Meta scelta, alloggio prenotato, documenti e valigia pronti… beh ora non vi resta che partire. Ovviamente anche durante il viaggio è bene tenere delle accortezze. Intanto scegliete il mezzo che più si adatti a voi ma anche a lui. Nel caso in cui scegliate l’auto, ricordatevi di fare più soste per far sgranchire le zampette del vostro cagnolino, dargli dare bere e/o da mangiare (anche se di solito è bene farli viaggiare a stomaco vuoto per evitare problemi di mal d’auto). Noi ci fermiamo circa ogni due ore, soprattutto quando la meta è lontana. Pensate che noi una volta all’anno facciamo Reggio Emilia – Calabria in un unico viaggio… povero Biagio! 

Direi che 5 regole sono più che sufficienti per organizzare e alla fine viaggiare con un cane. Ma soprattutto la regola d’oro: portateli con voi! Se c’è una cosa di cui sono certa è che, anche se con qualche fatica, loro preferiscono di gran lunga stare insieme a voi che rimanere da soli in una pensione. L’idea dell’abbandono non mi passa neanche per la testa… un cane è per la vita! 

Quindi non mi resta che augurarvi: Buon Viaggio a 6 zampe! 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *