Viaggi in treno… con Biagio

Io, Biagio e in nostri viaggi in treno sono ormai tanti…

Da brava “terrona”, che dalla lontana Calabria si è trasferita in Emilia per lavoro e amore, i viaggi in treno sono una costante. Stazioni e treni sono amici inseparabili di nuovi e vecchi emigranti e, nonostante tutto, questa amicizia mi è sempre piaciuta. Sui treni ho incontrato persone, ho ascoltato e raccontato storie.

In stazione ho visto baci e lacrime, abbracci e risate… scenari perfetti per scatti romantici in bianco e nero. Dai finestrini ho ammirato paesaggi in movimento: dalle scogliere a picco sul mare del Tirreno al Vesuvio, dal Cupolone di Roma fino ai verdi immensi prati della Pianura Padana.

20160423_120441

Sui treni ho ascoltato musica, ho dormito, ho letto ma soprattutto ho scritto… quale posto migliore per lasciarsi ispirare se non un luogo così pieno di vita e paesaggi? È proprio su un treno che è nata la mia Angiolina (protagonista della mia prima commedia teatrale)!

Come tutte le cose, anche i viaggi in treno non sono mai tutti uguali: cambiano i mezzi, dagli Intercity notte, con tanto di vagoni letto, alle frecce super veloci; cambiano i dialetti che ho la possibilità di ascoltare dovendo attraversare l’intero stivale; cambiano le storie.

20160425_135642

Ma la cosa che mi ha colpito di più è come è cambiato totalmente il mio modo di viaggiare da quando mi accompagna Biagio: i cani, come i bambini, attirano le belle persone e respingono le altre. Ho raccontato la sua e la nostra storia a tanti, ho visto la reazione della gente e ho capito che, nonostante i disagi e le comodità pressoché nulle per un cane viaggiatore, io amo i nostri viaggi a 6 zampe, anche in treno. E lui, il mio piccolo cane Vagabondo, è il compagno ideale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *