Tradizioni di Capodanno nel Mondo

Visto che ultimamente vado alla ricerca di curiosità e tradizioni in giro per il Mondo, ecco che ho pensato di scrivere un post sulle tradizioni di Capodanno nel Mondo! 

Ammettiamolo, il 31 dicembre siamo tutti incollati alla tv per vedere i vari festeggiamenti in giro per il mondo. Si comincia con i fuochi d’artificio ad Auckland in Nuova Zelanda, la prima capitale a festeggiare il capodanno, passando per Sydney e finendo in Cile e Brasile, 5 ore più tardi rispetto a noi. Ma oltre a vedere fuochi d’artificio, brindisi e conti alla rovescia, quali sono le tradizioni di Capodanno nel Mondo?

Partiamo dalla Grecia, dove è usanza rompere un lanciare per terra e rompere un melograno: più chicchi cadranno per terra più l’anno nuovo sarà fortunato! 

In Germania di solito la notte di Capodanno ci si traveste, proprio come a Carnevale e ad Halloween, e si brinda con il Feuerzangenbowle, una bevanda a base di vino, cannella, chiodi di garofano, buccia d’arancia e rum. E’ detta la bevanda della fraternità e per questa utilizzata anche per brindare all’anno nuovo. 

Andiamo in Inghilterra, dove dopo il tradizionale cenone di Capodanno a base di Christmas Pudding e un tacchino ripieno di castagne, si passa il resto della serata facendo vari giochi. Uno molto gettonato è quello di saltare all’interno di cerchio fatto da 13 candele senza spegnerne nemmeno una! 

In Belgio zuppa di cipolle per tutti! Perché? Per purificare il corpo dopo le abbuffate dei giorni di Natale! 

In Spagna, invece, durante il conto alla rovescia si usa mangiare 12 acini d’uva, uno per ogni rintocco dell’orologio di Puerta del Sol a Madrid e ovviamente uno per ogni mese dell’anno. Ma da dove parte questa tradizione? Questa tradizione nasce nel 1909, quando i coltivatori di Alicante dovettero disfarsi di un raccolto eccessivo!

Anche in Russia si aspettano i 12 rintocchi che caratterizzano il countdown di fine anno e allo scoccare del dodicesimo rintocco è tradizione aprire la porta di casa per fare entrare il Nuovo Anno!

Continuiamo le Tradizioni di Capodanno nel Mondo andando oltreoceano e precisamente in Brasile, dove si usa vestirsi di giallo, il colore del sole, dell’ore e simbolo di abbondanza. Inoltre è usanza del capofamiglia gettare un bicchiere di vino alle spalle per allontanare la sfortuna. 

E per finire facciamo un salto nel paese del Sol Levante. In Giappone i festeggiamenti per l’anno nuovo durano tre giorni, dal 31 dicembre al 3 gennaio. Si usa fare le grandi pulizie di casa, come buono auspicio, e si decorano le porte di casa con decorazioni fatta di rami di pino e fili di paglia, per accogliere l’anno nuovo. Infine allo scoccare della mezzanotte le campane dei templi buddisti suonano 108 rintocchi, il tempo che serve per confessare tutti i peccati degli uomini

Queste sono alcune delle tradizioni di Capodanno nel Mondo che mi sono piaciute di più. E continuo a pensare che non basterà una vita (e di sicuro non basterà lo stipendio da maestra) per festeggiare tutti i capodanno del mondo di persona… ma sarebbe davvero bello! 

2 commenti su “Tradizioni di Capodanno nel Mondo”

  1. Curiosissime queste tradizioni! Conoscevo quella del Regno Unito, del Belgio e della Spagna. Certo che saltare senza spegnere una candela è un’impresa!
    Buone feste
    Erica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *